spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Green pass, Giani: “Nessun contraccolpo per entrata in vigore nuovo decreto”

    "Essere regione con l'83,3% di popolazione coperta dal vaccino ci aiuta ad avere meno problemi anche nel far rispettare le misure legate al nuovo green pass rafforzato, entrate in vigore stamani"

    FIRENZE – “Nella prima giornata di entrata in vigore del nuovo decreto sul green pass non ci sono stati contraccolpi in Toscana”.

    Lo ha detto il presidente della Regione Eugenio Giani, dopo aver preso visione dei risultati dei primi controlli su mezzi di trasporto e uffici pubblici.

    “Con l’83,3% di popolazione coperta dal vaccino – ha detto Giani – la Toscana ha dimostrato di essere una regione con una forte cultura della vaccinazione, cosa di cui ringrazio i cittadini”.

    “Questo – ha proseguito – ci aiuta ad avere meno problemi anche nel far rispettare le nuove misure legate al nuovo green pass rafforzato, entrate in vigore stamani”.

    “Dai controlli effettuati – ha aggiunto – emerge che non si sono verificati problemi per il funzionamento del trasporto pubblico o nell’accesso agli uffici”.

    “Tutto questo – vuol rimarcare ulteriormente – grazie a questa forte cultura di base, che porterà, attraverso il green pass, a evitare il diffondersi del contagio, mettendo limiti a chi, con atteggiamento egoistico nei confronti della comunità, non si vaccina”.

    “E’ un atteggiamento – ha concluso – che, anche se in Toscana riguarda un numero di persone inferiore rispetto ad altre regioni, richiede rigore e perseveranza nei controlli”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...