spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il problema si ripropone: aumento dei contagi Covid fra gli autisti di Autolinee Toscane. Corse a rischio

    La ripresa dei contagi sta colpendo sempre più conducenti del trasporto pubblico locale su gomma in Toscana

    FIRENZE – La nuova ondata di contagi della pandemia Covid-19 che si sta registrando in tutta Italia e in Toscana, purtroppo, non sta risparmiando neppure il personale di Autolinee Toscane e fra questi proprio i conducenti degli autobus del trasporto pubblico su gomma.

    In questo momento in cui il numero dei positivi è in netta crescita aumentano anche le possibilità di contagio nonostante che i dipendenti di AT rispettino rigorosamente le direttive sia delle autorità sia dell’azienda sull’uso dei dispositivi di protezione sia sui comportamenti corretti da osservare.

    D’altra parte, i rilevanti fatti dall’Agenzia regionale di sanità confermano che non sappiamo ancora se quando si arriverà al “plateau” della curva delle infezioni, e gli effetti si sentiranno ancora per alcune settimane.

    L’aumento di assenze per malattia fra gli autisti si sta registrando in tutta la Toscana anche se, al momento, la situazione più complicata si ha nel Dipartimento Nord che comprende le province di Lucca, Livorno, Pisa e Massa Carrara.

    Le ultime rilevazioni di AT indicano una evidente crescita del numero di assenti per malattia in queste aree.

    Ad esempio, martedì 7 giugno 2022 si registravano 56 assenze per malattie/infortuni, giovedì 7 luglio 2022, tali assenze erano salite a 102, cioè sono quasi raddoppiate in un mese, calate di poco nel fine settimana.

    E negli ultimi 7 giorni, i malati Covid nella sola città di Livorno sono passati da 3 a 13.

    “In queste condizioni – dicono da Autolinee Toscane – è evidente che alcune corse sia delle tratte urbane che extraurbane potrebbero subire disagi, anche perché, va ricordato, che i mesi di luglio e agosto sono utilizzati per far godere ai lavoratori del proprio diritto alle ferie, dato che le scuole sono chiuse e quindi vi sono meno servizi di tpl indispensabili come quelli per gli studenti”.

    Oltre ad avvisare i cittadini dei possibili disagi, però Autolinee Toscane coglie l’occasione “per ricordare a tutti che a bordo degli autobus è obbligatorio l’uso della mascherina FFP2”.

    “Si tratta evidentemente non solo di un dovere legale – concludono – ma anche di una forma di rispetto per la salute dei lavoratori e degli altri utenti. A tal fine AT avvisa che intensificherà i controlli al fine di far rispettare l’obbligo di mascherina a bordo dei propri mezzi”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...