spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il vaccino Novavax è disponibile in tutti i centri vaccinali dell’Asl Toscana sud est

    In merito alle sedi vaccinali, l'Azienda sanitaria sta lavorando per rimodulare l'offerta a partire dal primo aprile 2022

    SIENA – Anche se la richiesta di questo nuovo vaccino è stata molto contenuta (appena 249 somministrazioni fino a oggi in tutto il territorio), l’Asl Toscana sud est ha comunque garantito la possibilità di prenotare la vaccinazione con Novavax fino al 10 marzo (da questa data sono state programmate le seconde dosi).

    Tutte le persone che hanno prenotato tramite il portale sono state vaccinate, nessuno è rimasto escluso, anche coloro che si sono rivolti a infovaccini.

    Ricordiamo, inoltre, che è possibile accedere alla prima dose di vaccino anti-covid in qualsiasi momento, nei centri vaccinali, senza alcuna prenotazione.

    Da oggi, martedì 15 marzo, sono state messe a disposizione ulteriori dosi di Novavax e sono prenotabili nei consueti canali.

    In merito alle sedi vaccinali attualmente aperte, l’azienda comunica che sta lavorando, in accordo con la Regione e le istituzioni territoriali, per rimodulare l’offerta a partire dal primo aprile 2022.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...