spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 18 Ottobre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La Toscana taglia il traguardo dell’80% della copertura vaccinale. Prima regione in Italia

    Si prosegue con l'accesso libero negli hub, senza prenotazione, fino al 15 ottobre per le persone di ogni età sopra i 12 anni per prima dose

    FIRENZE – “La  nostra Regione è la prima in Italia a tagliare il traguardo dell’80% della copertura vaccinale della popolazione contro il Covid. Un risultato importante, testimoniato dagli ultimi dati elaborati dalla Fondazione Gimbe”.

    A dirlo il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che nel ringraziare tutti gli attori della campagna vaccinale e i cittadini che responsabilmente vi hanno aderito, ricorda come  la vaccinazione continui ad andare avanti su più fronti.

    “Sono molto felice di questo obiettivo raggiunto – dice Giani – frutto di un lavoro di squadra, portato avanti con il massimo impegno e dedizione”.

    Qui invece ricordiamo come prosegue la vaccinazione anti Covid-19 nella nostra regione.

    Tramite la somministrazione della terza dose alle persone che rientrano nelle categorie indicate nell’ultima circolare ministeriale: ultra fragili, ospiti e personale delle Rsa, over80, operatori sanitari, socio-sanitari o assistenziali.

    E, in contemporanea attraverso la possibilità, offerta alle persone di ogni età sopra i 12 anni, di accedere agli hub senza prenotazione, fino al 15 ottobre, per  ricevere la prima dose.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...