spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giani e Nardini: “No vax farneticanti, non scalfiranno la fiducia nella scienza”

    Il presidente della Regione Toscana e l’assessora all’istruzione su quanto accaduto davanti a una scuola dell’infanzia e primaria di Arezzo, dove è apparsa una scritta no vax

    FIRENZE – “I no vax si rassegnino, non saranno farneticanti frasi vergate su un muro davanti a una scuola a scalfire la fiducia generalizzata verso la scienza e i vaccini”.

    Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e l’assessora all’istruzione Alessandra Nardini esprimono la loro “ferma condanna” per quanto accaduto davanti a una scuola dell’infanzia e primaria di Arezzo, dove è apparsa una scritta no vax. Giani e Nardini ricordano come “il ritorno alle lezioni e alle attività didattiche in presenza sia stato possibile proprio grazie alla campagna vaccinale e al contributo del sapere e della ricerca scientifica”.

    “Grazie al vaccino – aggiungono il presidente e l’assessora – studentesse e studenti possono continuare a vivere il proprio percorso scolastico senza essere privati di un elemento prezioso, come la socialità, per la propria educazione”.

    “Non arretriamo nel nostro impegno – concludono – affinché le giovani generazioni crescano con la consapevolezza e con la convinzione del ruolo centrale della scienza nel migliorare la vita delle persone”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...