domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Nuovi casi Covid in Toscana, il presidente Eugenio Giani anticipa il dato: oggi sono 1.929

    Per il terzo giorno di fila il presidente della Regione anticipa, durante la mattinata, il dato dei nuovi positivi al virus nella nostra regione. E stavolta comunica il numero di tamponi in modo corretto...

    FIRENZE – Per il terzo giorno di fila il presidente della Regione, Eugenio Giani, anticipa in mattinata il bollettino regionale del primo pomeriggio, dando il numero dei nuovi casi positivi al Covid-19 in Toscana.

    E per il secondo giorno consecutivo la nostra regione rimane, per poco, sotto il limite dei 2mila casi.

    “I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana – scrive Giani sui suoi canali social – sono 1.929”.

    Da evidenziare che stavolta, a differenza dei due giorni precedenti, è corretta anche la modalità di comunicazione dei numero dei tamponi.

    Proprio ieri infatti, sul Gazzettino del Chianti avevamo scritto di come nel computo totale fossero stati inseriti anche i tamponi antigenici rapidi, dando un’immagine fuorviante del totale dei tamponi diagnostici.

    # Giani (da ieri) dà in anteprima i dati sul Covid in Toscana: ma sui tamponi così non va bene…

    Oggi invece, correttamente, il dato viene scorporato, e viene così indicato dal presidente Giani: “Su 17.481 tamponi molecolari e 2.246 test rapidi effettuati”.

    “Le donne e gli uomini del nostro sistema sanitario – scrive ancora Giani – sono al loro fianco (delle persone malate, n.d.r.) per prendersene cura, come vedete nella foto che mi arriva dall’ospedale di Empoli (la foto in alto)”.

    “Continuiamo a essere responsabili – conclude – per diminuire i contagi e tornare presto a vivere la Toscana!”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...