domenica 9 Agosto 2020
Altre aree

    Parco della Rimembranza: rifiuti e bottiglie abbandonate. Maleducati e contro le regole anti-Covid

    Rimane difficile pensare che chi ha lasciato queste bottiglie e questi rifiuti abbia pensato a rispettare le regole anti assembramento

    IMPRUNETA – Le foto che vedete, inviate in redazione da una nostra lettrice, descrivono in modo eloquente quanto si possa essere maleducati, oltre che inosservanti delle minime regole che, al momento, vanno rispettate per limitare la diffusione di epidemia da Coronavirus.

    Siamo nel Parco della Rimembranza, tenuto pulito e restaurato grazie all’aiuto e all’impegno di tantissimi imprunetini. E questo fa ancora più male.

    Lo spettacolo desolante che vedete ritratto si è verificato ieri, domenica 10 maggio: rimane difficile pensare che chi ha lasciato queste bottiglie e questi rifiuti abbia minimamente pensato a rispettare le regole anti assembramento che dovrebbe essere invece la nostra bussola al momento.

    Rimane difficile pensare che chi ha lasciato queste bottiglie e questi rifiuti abbia la minima idea di cosa rappresenti il Parco della Rimembranza.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino