spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Riapre l’Hub di Scandicci presso l’Auditorium Rogers. Terze dosi su prenotazione

    La decisione è stata presa per accelerare la somministrazione delle terze dosi e far fronte alla richiesta di vaccinazioni che si annuncia crescente già dalle prossime settimane

    FIRENZE – Riapre lunedì 6 dicembre l’Hub di Scandicci presso  l’Auditorium del Centro Rogers (piazza Resistenza) con attività dal lunedì al sabato in orario 8-14. Le dosi giornaliere stimate per il momento sono 180 su due linee vaccinali.

    Nell’Hub saranno effettuate solo terze dosi su prenotazione tramite il portale della Regione
    https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home.

    I volontari dell’Associazione Humanitas di Scandicci, a cui è stato affidato il servizio, si alterneranno per garantire il corretto svolgimento della vaccinazione presso l’Auditorium.

    In vista delle festività natalizie sono già stati definiti anche i giorni di chiusura: il 25 e il 26 dicembre e il 1° e il 2 gennaio.

    La riapertura del centro vaccinale è stata decisa dalla Asl, in accordo con il Comune di Scandicci che cura l’allestimento operativo degli spazi. La decisione è stata presa per accelerare la somministrazione delle terze dosi e far fronte alla richiesta di vaccinazioni che si annuncia crescente già dalle prossime settimane.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...