spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scuola, i Comuni toscani al Governo: subito le linee guida sul trasporto scolastico

    "I tempi sono strettissimi e ancora non abbiamo indicazioni. Quello del trasporto scolastico è un servizio fondamentale e delicatissimo: per i ragazzi, le famiglie, i territori"

    FIRENZE – Un appello pressante e accorato al Governo, per avere al più presto le linee guida sul trasporto scolastico.

    E’ quello lanciato oggi dagli amministratori toscani nel primo dei focus tematici organizzato da Anci Toscana sui diversi temi che riguardano la scuola.

    “I tempi sono strettissimi e ancora non abbiamo indicazioni – dicono Sara Funaro, delegata scuola dell’Associazione e assessore a Firenze, e Paolo Omoboni, delegato alla Mobilità e sindaco di Borgo San Lorenzo – Quello del trasporto scolastico è un servizio fondamentale e delicatissimo: per i ragazzi, le famiglie, i territori”.

    “Basta pensare a cosa significa nei Comuni delle zone interne e montane – rimarcano – Se non saremo in grado di organizzarlo per tempo, conciliandolo con le regole sulla sicurezza sanitaria, si rischia di non poter essere in grado di partire per settembre”.

    “E questo – concludono – sarebbe gravissimo, una sconfitta per tutti. Le linee guida sono veramente urgenti, non possiamo più aspettare”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...