spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Terza dose over 40: oltre il 50% delle dosi prenotate in meno di 24 ore nell’Asl Toscana sud est

    Da domani le vaccinazioni. Il direttore generale Antonio D’Urso: “Impegno massimo nel dare la possibilità a tutti di effettuare il richiamo”

    SIENA – A nemmeno 24 ore dall’apertura delle prenotazioni sul portale regionale, nell’Asl Toscana sud est sono state prenotate oltre il 50 per cento delle dosi riservate alla fascia tra 40 e 59 anni per la prossima settimana.

    Un nuovo impulso alla campagna vaccinale anti Covid che ha portato al raddoppio dell’offerta totale dell’Azienda sanitaria, che per la prossima settimana metterà a disposizione circa ventimila dosi in totale sulle tre province per tutte le categorie: 6.359 ad Arezzo, 6.648 a Grosseto, 6.524 a Siena.

    La scelta di dedicare più dosi a Grosseto e Siena è legata all’aumento del numero dei casi positivi e dei ricoveri in queste due province nelle ultime settimane e quindi alla volontà di incentivare la campagna vaccinale anche per le prime dosi.

    Per quanto riguarda le terze dosi per la popolazione tra 40 e 59 anni, su 6.637 dosi disponibili ne sono state prenotate 3.403 a partire dalle 16 di ieri pomeriggio, quando sono state aperte le prenotazioni sul portale.

    Ecco il dettaglio per le tre province: Arezzo 2.115 dosi disponibili, 1.305 prenotate (61 per cento); Grosseto 2.340 dosi disponibili, 680 prenotate (29 per cento); Siena 2.182 dosi disponibili, 1418 prenotate (64 per cento).

    Sono circa 33mila nelle tre province le persone tra 40 e 59 anni che hanno già maturato la possibilità di effettuare la terza dose, perché sono già trascorsi almeno sei mesi dal completamento del primo ciclo vaccinale.

    “Siamo in una fase della pandemia molto delicata – dichiara il direttore generale della Asl Toscana sud est Antonio D’Urso – i vaccini stanno facendo un grande lavoro di protezione ma dobbiamo compiere un ulteriore sforzo, tutti assieme, per limitare al massimo gli effetti della quarta ondata, che sta investendo l’intera Europa”.

    “Il nostro impegno come Azienda – promette – sarà massimo nel dare la possibilità a tutti di effettuare la terza dose di richiamo e ad oggi sono già 70 mila i cittadini residenti nella nostra Asl che l’hanno ricevuta”.

    “Questo – ribadisce – a mio giudizio è un messaggio di grande senso civico che ci rende orgogliosi. Ma il nostro appello è ora rivolto a tutti coloro con età maggiore di quaranta anni, che possono prenotarsi e da lunedì 22 recarsi presso i nostri centri vaccinali”.

    “Abbiamo messo in campo forniture straordinarie di vaccini e tanti professionisti – conclude D’Urso – medici e infermieri, per il bene della comunità”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...