spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Toscana: i non vaccinati rischiano la terapia intensiva 12 volte in più dei vaccinati

    E' riferito alla settimana di capodanno, dal 27 dicembre al 2 gennaio, quando la variante Omicron ha iniziato a picchiare veramente duro anche nella nostra regione

    FIRENZE – Il dato lo diffonde il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ed è riferito alla popolazione della nostra regione dai 12 anni in su.

    E racconta che nella settimana di capodanno, dal 27 dicembre al 2 gennaio, nelle terapie intensive Covid il rischio di ingresso di chi non si è vaccinato è stato oltre 12 volte in più di chi è vaccinato.

    Anzi, per la precisione di chi ha almeno una dose di vaccino anti Covid.

    E sappiamo bene quanto invece siano ulteriormente coprenti, dal punto di vista dello sviluppo della malattia grave, seconda dose e poi il “booster”.

    I non vaccinati in questa settimana sono entrati con un tasso di 84/milione di abitanti. I vaccinati invece con un tasso di 6,8/milione di abitanti.

    Ancora una volta quindi appare in tutta evidenza l’importanza di proseguire rapidamente nell’iter vaccinale.

    Terze dosi per chi ha la seconda scaduta da 4 mesi. Vaccinazione pediatrica. Vaccinazione da parte di chi ancora non l’ha fatta.

    # Per chi ha compiuto i 50 anni obbligo vaccinale e Green Pass Rafforzato per i luoghi di lavoro

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...