mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    Visita al Comando provinciale di Firenze del comandante della Legione carabinieri “Toscana”

    Il Generale di Brigata Massimo Masciulli ha premiato 25 carabinieri del Comando provinciale di Firenze distintisi in attività di controllo del territorio e operazioni di servizio

    FIRENZE – Nella mattinata di ieri, lunedì 13 luglio, il comandante della Legione carabinieri “Toscana”, Generale di Brigata Massimo Masciulli, ricevuto dal Colonnello Antonio Petti, ha visitato la caserma “Carlo Corsi”, sede del Comando provinciale di Firenze.

    All’incontro ha partecipato una rappresentanza di militari della sede, delle Compagnie e delle Stazioni della provincia, della Rappresentanza Militare e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

    Nel corso dell’incontro, in un momento tradizionalmente legato alle celebrazioni dell’Anniversario della fondazione dell’Arma dei carabinieri, quest’anno tenutesi in forma ridotta a causa dell’emergenza epidemiologica, il Generale Masciulli ha personalmente premiato, con il riconoscimento di altrettanti encomi, 25 carabinieri del Comando provinciale di Firenze distintisi in attività di controllo del territorio e operazioni di servizio.

    Tra queste, l’indagine condotta dal Nucleo Investigativo che, lo scorso novembre 2019, ha disarticolato un’organizzazione criminale resasi responsabile di numerose rapine alle sale slot e furti con la tecnica della “spaccate” in danno di numerosi centri commerciali della Toscana, in altre regioni e all’estero.

    Il Generale Masciulli ha infine ringraziato tutti i militari delle diverse articolazioni del Comando provinciale per l’impegno profuso nel fornire risposte sempre più qualificate ed aderenti alle esigenze di sicurezza del territorio e per l’efficace contributo fornito durante l’emergenza sanitaria, in una relazione di stretta vicinanza alla popolazione.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino