spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Pubblicità lungo le strade della Città Metropolitana, alla caccia degli impianti abusivi

    Il Consiglio approva un nuovo regolamento per disciplinare la materia

    FIRENZE E PROVINCIA –  Pubblicità lungo le strade in gestione alla Città Metropolitana di Firenze o in loro prossimità: su proposta del consigliere delegato alla Viabilità Massimiliano Pescini e di Angelo Bassi, delegato alla Polizia metropolitana, il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha approvato un nuovo regolamento per disciplinare la materia.

    Il precedente regolamento, approvato nel 2008 e più volto aggiornato, trattava di fatto la disciplina in modo frammentario. Con il nuovo documento sarà possibile affrontare il fenomeno dell'abusivismo (collocazione di mezzi pubblicitari non conformi al codice della strada).

     

    "Si procederà ad intimare la rimozione degli impianti già individuati come abusivi – ha spiegato Pescini – salva la possibilità di regolarizzarli se sussistono i requisiti e sia corrisposto il canone dovuto per tutti i periodi di utilizzo".

    Intanto sarà avviato il censimento degli accessi, non solo carrabili, presenti sulle strade di competenza della Città metropolitana, "operazione particolarmente rilevante non tanto sotto il profilo economico, ma con riguardo alla sicurezza delle nostre strade – ha sottolineato Bassi – Il censimento avverrà per stralci e sarà cura delle Direzioni interessate per avvertire di volta in volta le amministrazioni interessate".

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...