spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ha compiuto missioni in tutta la Toscana (e non solo): Foglia si congeda… dai vigili del fuoco

    Sono numerosi i ritrovamenti su superficie in tutta la regione, in particolare quello di un gruppo di studenti che perse l’orientamento sui monti della Garfagnana

    TOSCANA – L’unità cinofila del comando di Prato, il cane Foglia, viene collocata a riposo.

    La piccola Foglia è entrata nel Corpo dei vigili del fuoco nel febbraio 2018, dopo il corso di addestramento svolto insieme al suo conduttore, il vigile esperto Luca Martino.

    E da subito ha rapito tutta l’attenzione per la capacità di relazione nell’approccio operativo e di obbedienza.

    Si è distinta per la capacità di ricerca in ambiente ipogeo, mettendo a frutto anche il duro lavoro in ambito ricerca sotto maceria nel corso degli interventi del crollo del viadotto Morandi e sull’A26 in Liguria.

    Sono numerosi i ritrovamenti su superficie in tutta la Toscana, in particolare quello di un gruppo di studenti che perse l’orientamento sui monti della Garfagnana.

    E , dopo il ritrovamento, un ragazzo soccorso per riprendere le forze dall’ipotermia, tenne stretta proprio la piccola Foglia per riscaldarsi.

    Ha dato il suo contributo anche in ambito internazionale, partecipando all’emergenza terremoto in Albania nel 2019.

    Foglia è stata salutata con affetto da tutto il personale del Comando pratese, come si conviene a un collega quando lascia il servizio attivo.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...