spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Maltempo in Toscana, riunione dell’Unità di crisi della Protezione civile regionale

    Esondato il Furba a Seano: quadro di criticità rilevante e numerosi interventi in corso con allagamenti, frane e smottamenti

    TOSCANA – Per fare il punto della situazione a seguito dell’ondata di maltempo che sta interessando la Toscana si è svolto il tavolo dell’unità di crisi regionale della Protezione Civile regionale.

    Con le Province, la Città Metropolitana di Firenze, le Prefetture, i vigili del fuoco e l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni. Presenti anche Bernardo Mazzanti, responsabile della Protezione civile regionale, e Giovanni Massini, responsabile del settore idrologico e geologico regionale.

    E’ emerso un quadro di criticità rilevante e numerosi interventi in corso con allagamenti, frane e smottamenti a causa della forte linea temporalesca persistente che va da Livorno all’Alto Mugello. Circa 3.600 le utenze senza corrente in corso di ripristino da parte di Enel.

    Nelle prossime ore è prevista l’entrata della perturbazione frontale, a partire dalle zone di nord ovest della Toscana.

    La situazione più grave riguarda Seano, nel comune di Carmignano, dove è esondato il torrente Furba ed è in corso l’assistenza alla popolazione.

    Sono in corso e si prevede che proseguiranno fino alle ore 21-22 forti e persistenti precipitazioni sulla linea temporalesca che va da Livorno all’Alto Mugello.

    E’ attivo il monitoraggio continuo dei fiumi, il Bisenzio a Prato ha superato il primo livello, la Stella a Quarrata ha superato il primo livello, il Marina a Calenzano ha quasi raggiunto il secondo livello. Disagi sul Tora ad Acciaiolo oltre il livello.

    L’Ombrone pistoiese è al momento in diminuzione quasi sotto al primo livello di guardia.

    Il Magra a Villafranca è al momento stazionario alla seconda soglia, date le piogge previste è probabile attendersi ulteriori incrementi.

    Interventi per locali smottamenti in diverse località delle province di Massa-Carrara, Lucca e Pistoia. Allagamenti localizzati in provincia di Pistoia, Castelnuovo Garfagnana, e tra la piana pisana e quella fiorentina.

    Forti piogge e raffiche di vento, all’Argentario superati i 100km/h, a Viareggio 83km/h.

    Interventi del sistema regionale in corso per cadute di rami e smottamenti localizzati in diverse località di Massa Carrara e Lucca, allagamenti nella zona di Forte dei Marmi e Castelnuovo Garfagnana.

    Nelle prossime ore ancora precipitazioni sulle zone di nord ovest in particolare sui rilievi.

    Sotto osservazione i fiumi, sul Magra rapido aumento, poco sopra la seconda soglia a Villafranca, con previsione di ulteriore aumento visto le piogge in corso e prossime, picco di piena previsto in serata. Il livello del Serchio è vicino alla prima soglia, picco di piena previsto nella notte a Lucca.

    In rapido aumento anche il fiume Versilia viste le forti piogge cadute nel bacino a monte.

    Nuove riunioni dell’unità di crisi sono previste nelle prossime ore e durante la notte.

    “Il nostro sistema regionale di Protezione Civile è pienamente operativo – sottolinea il presidente della Regione Eugenio Giani – e sta monitorando con la massima attenzione l’evolversi della situazione nelle zone a maggior criticità. Rimane sempre valido da parte mia l’invito alla massima prudenza e a osservare i consigli sui comportamenti da adottare nelle situazioni di rischio”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...