spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 19 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sommelier: alla Stazione Leopolda torna il Master del Chianti Classico

    Concorrenti da tutta Italia per la seconda edizione del prestigioso concorso che nel 2019 ha incoronato Valentino Tesi

    FIRENZE – Sarà ancora la Stazione Leopolda di Firenze nel contesto dell’anteprima Chianti Classico Collection 2020, ad ospitare la seconda edizione del Master del Chianti Classico, il concorso dedicato alla denominazione organizzato da AIS Toscana in collaborazione con il Consorzio Vino Chianti Classico e con l’Associazione Italiana Sommelier grazie al quale il vincitore per un anno sarà ambasciatore della denominazione e sarà lui a rappresentare, raccontare e comunicare tale vino negli eventi a esso dedicati.

     

    L'istituzione di questo Trofeo, rappresenta un importante elemento di rafforzamento della connessione tra AIS e il Consorzio del Gallo Nero e mira a valorizzare la professione del Sommelier nonché a incrementare la conoscenza e la divulgazione del Chianti Classico stesso.

     

    L’edizione 2020 si terrà lunedì 17 febbraio e la fase finale si giocherà con la formula dei play off tra i primi quattro classificati nelle prove scritte di preselezione e verterà su una prova di comunicazione di servizio e degustazione del vino con abbinamento al cibo.

     

    “Il Master del Chianti Classico ha confermato di avere molto appeal – ha spiegato il Presidente di AIS Toscana Cristiano Cini – perché appena uscito il bando i posti disponibili sono andati subito esauriti. A contendersi questo ambito titolo ci saranno talenti toscani ma anche sommelier da fuori regione; alcuni arrivano infatti dalla Puglia, dal Molise, dal Trentino Alto Adige, dalla Lombardia e dal Veneto".

     

    "La cosa più importante per approcciarsi a questo concorso – rimarca – sarà dimostrare di avere conoscenza del territorio, delle sfumature e delle differenze delle varie aree del Chianti Classico, delle etichette non solo dei grandi nomi ma anche delle realtà più piccole. Chi ne uscirà vincitore sarà dunque una persona molto preparata che dimostrerà di conoscere molto bene la Denominazione”.

     

    A ribadire l’importanza della collaborazione tra AIS Toscana e Consorzio del Chianti Classico è il presidente dello stesso, Giovanni Manetti, il quale conferma di essere “felici e onorati di ospitare anche quest’anno nel contesto della Chianti Classico Collection le prove finali del Master del Chianti Classico, da cui uscirà il profilo del più esperto comunicatore dei vini del Gallo Nero”.

     

    In giuria, la Commissione Concorsi di AIS Italia, oltre al vincitore della prima edizione nel 2019 Valentino Tesi, che nel corso dello stesso anno si è altresì aggiudicato i titoli di Miglior Sommelier della Toscana e di Miglior Sommelier d’Italia.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...