spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 25 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Meningite C, buone notizie: in dimissione i due giovani ricoverati da alcuni giorni

    L'americana residente a Firenze e il 23enne di Bagno a Ripoli. Lui potrebbe tornare a casa già domani

    FIRENZE – Sono ulteriormente migliorate le condizioni cliniche del giovane di Bagno a Ripoli ricoverato da nove giorni nel presidio ospedaliero Santa Maria Annunziata a seguito di infezione da meningococco di tipo C. Se l’andamento clinico si confermerà domani sarà dimesso e potrà tornare a casa.

     

    Come ha tenuto a sottolineare l'assessore regionale al diritto alla salute, Stefania Saccardi, rispondendo duramente al capogruppo regionale di Forza Italia Stefano Mugnai, "che parla del caso del ragazzo vaccinato che avrebbe contratto la meningite e per non correre il rischio di perdere un titoletto omette di dire che grazie al vaccino il ragazzo non ha mai corso il pericolo di perdere la vita".

     

    Anche per la ragazza americana, ricoverata al Santa Maria Nuova da giovedi scorso, sempre per meningite, e trasferita nel reparto di malattie infettive i sanitari parlano di imminenti dimissioni.

     

    Buone notizie che portano un po' di sereno in un clima davvero difficile, che sta creando non poche preoccupazioni ormai in ogni parte della nostra regione.

     

    Resta invece stazionario il quadro clinico del paziente di 75 anni di San Miniato ricoverato dal 5 febbraio scorso al Santo Stefano di Empoli.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...