spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Meteo, i dati sul codice arancione finito sabato mattina

    Nel territorio della Città Metropolitana di Firenze valori contenuti generalmente inferiori a 20 mm di pioggia

    FIRENZE – E’ terminato alle 8 di ieri il periodo di validità del codice arancione per rischio temporali forti e rischio idrogeologico-idraulico reticolo minore, sia nell’area metropolitana fiorentina che in tutta la nostra regione.

    Da una analisi dei dati da parte della Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze, la mappa delle piogge cumulate nelle ultime 24 ore evidenzia per il territorio della Metrocittà valori contenuti generalmente inferiori a 20 mm di pioggia.

    Da registrare invece l’intensità dei fenomeni nelle altre province con oltre 100 mm di pioggia in zona Amiata, Val di Chiana e Livornese, che ha avuto effetti anche in termini di innalzamento dei livelli idrici dei corsi d’acqua minori.

    “Le previsioni meteo e il sistema di allertamento – precisano dalla Sala di Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze – non sono in grado di prevedere con precisione la localizzazione dei temporali forti”.

    “Ma sono funzionali ed imprescindibili – concludono – per definire l’operatività del Sistema di Protezione Civile, che anche in questa occasione ha operato con un continuo monitoraggio da parte di strutture operative ed enti locali in coordinamento con Regione e Prefettura”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...