spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Firenze, 45enne morta per meningite C: si stanno definendo i luoghi frequentati

    Il decesso all'ospedale Santa Maria Nuova: non era vaccinata, è arrivata in ospedale in condizioni critiche

    FIRENZE – Era arrivata in condizioni gravissime al pronto soccorso del Santa Maria Nuova all’alba di oggi (21 novembre) la donna di 45 anni che è deceduta stamattina intorno alle 7 nel presidio fiorentino.

     

    A seguito del decesso i sanitari hanno svolto una serie di accertamenti e tra questi anche l’esame di PCR, inviato al laboratorio di immunologia della AOU Meyer di Firenze che ha confermato la diagnosi di sepsi da meningococco di tipo "C".

     

    Le strutture di igiene e sanità pubblica si sono immediatamente attivate per effettuare l’indagine epidemiologica al fine di identificare i contatti stretti da sopporre a profilassi.

     

    E’ già stata avviata la profilassi a coloro che hanno avuto un contatto stretto, conviventi e non. Le strutture di igiene e sanità pubblica hanno rintracciato i contatti stretti, compresi i Volontari che stamani hanno soccorso la donna e portata in ospedale, e a tutti è stata raccomandata la profilassi antibiotica (in tutto una ventina di persone).

     

    La donna era residente a Firenze e da un controllo effettuato al data base dell’Azienda Sanitaria è risultato che non si era vaccinata contro il Meningococco C.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...