spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Non liberarti a caso del tuo imballo, in ballo c’è il futuro del pianeta”: tutte le istruzioni rifiuto per rifiuto

    Grafica pop e giochi di parole per ricordare a tutti l'importanza di differenziare correttamente i rifiuti da imballaggio prodotti ogni giorno

    FIRENZE – Migliorare la qualità e quantità della raccolta differenziata dei rifiuti da imballaggio è l’obiettivo della nuova campagna di comunicazione di Alia Multiutility, che sarà veicolata attraverso quotidiani online e offline, televisioni, cinema, radio e canali social dell’azienda.

    E che mira a rendere i cittadini protagonisti attivi del cambiamento e diffondere un nuovo modello di pensiero e di azione, che richiami a nuova consapevolezza e responsabilità.

    La nuova campagna multi soggetto punta sullo slogan “Non liberarti a caso del tuo imballo, in ballo c’è il futuro del pianeta” è stata sviluppata da BAM, l’agenzia guidata da Paolo Bassanetti, già partner di Alia in altri progetti.

    Con grafiche pop, colori iconici e giochi di parole, la campagna vuole promuovere l’importanza del corretto conferimento degli imballaggi, siano essi contenitori in carta e cartone, in plastica, alluminio e tetrapak o in vetro.

    Per ogni tipologia di frazione vengono fornite indicazioni e suggerimenti precisi.

    In particolare, ogni raccolta è contraddistinta dal corretto colore associato, e quindi giallo per gli imballaggi in carta e cartone, blu per bottiglie e flaconi di plastica, lattine e barattoli in alluminio, contenitori per bevande in tetrapak, piccoli imballi in polistirolo, verde per bottiglie e vasetti in vetro.

    Il linguaggio utilizzato è portavoce di un messaggio accattivante giocato sul doppio senso, e l’esortazione e l’avvertimento che ne derivano rendono chiaro che il futuro del pianeta nel quale viviamo dipende dalle azioni ed abitudini quotidiane, come il corretto conferimento dei rifiuti.

    “Questa nuova campagna di comunicazione è un importante passo verso la sensibilizzazione e
    l’educazione di tutti i cittadini sull’importanza della corretta gestione dei rifiuti da imballaggio – dice Lorenzo Perra, presidente di Alia Multiutility – La scelta di un linguaggio fresco e colorato, unito a iniziative educative rivolte alle giovani generazioni, alle famiglie, agli insegnanti e agli uffici pubblici, dimostra l’impegno dell’azienda nel coinvolgere tutti nell’adozione di pratiche più sostenibili”.

    “Mantenere il nostro pianeta pulito – esorta – dipende da ognuno di noi e dalle nostre azioni
    quotidiane. Differenziare correttamente i rifiuti è un passo fondamentale verso la costruzione di un’economia circolare e di un futuro più sostenibile”.

    Per amplificare l’azione comunicativa, la nuova campagna sarà affiancata e rafforzata da attività collaterali rivolte alle giovani e giovanissime generazioni, alle famiglie ed agli insegnanti, attraverso le iniziative “Alia Educational”.

    Azioni mirate saranno rivolte anche gli uffici pubblici, attraverso la diffusione delle buone pratiche da mettere in atto nell’ambiente di lavoro ed esportare nell’ambiente familiare, ed agli stakeholder di riferimento.

    I progetti nelle scuole di ogni ordine e grado saranno strutturati con laboratori didattici e lezioni frontali sull’importanza della raccolta differenziata, sulla valorizzazione della materia e l’economia circolare per favorire lo sviluppo di una coscienza ambientale, dell’autonomia nella gestione dei rifiuti, del valore degli oggetti e dei materiali, oltre al rinnovato appuntamento con Second Life, tutto torna, giunto alla terza edizione, che propone l’arte come medium per città e territori più sostenibili.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...