spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Mal di denti? A Torregalli il “pronto soccorso odontoiatrico” allunga l’orario

    Il presidio del San Giovanni di Dio è anche riferimento di terzo livello per tutta l'Azienda

    FIRENZE – Il “pronto soccorso odontoiatrico” del San Giovanni di Dio  è aperto anche nel pomeriggio. Già attivo al mattino (dalle ore 8 alle 12.30) ora l’orario si protrae anche nella fascia pomeridiana (dalle 14 alle 18.30), dal lunedì al venerdì, così da offrire ai cittadini un servizio disponibile per l’intera giornata.

     

    Nell’area fiorentina il Torregalli rappresenta il riferimento ospedaliero per le urgente odontoiatriche insieme al Piero Palagi e al Serristori di Incisa e Figline Valdarno.

     

    Nel resto dell’Azienda, sempre in ospedale, lo stesso servizio urgente è attivo al Santo Stefano di Prato e al S.S. Cosma e Damiano di Pescia.

     

    A livello territoriale l’accesso diretto è garantito in tutti gli ambulatori odontoiatrici per le urgenze.

     

    Il San Giovanni di Dio è anche l’unico ospedale aziendale, tra i tredici della Asl Toscana Centro, che assicura prestazioni odontoiatriche di terzo livello, fa sapere il direttore sanitario del presidio Simone Naldini.

     

    “Con il terzo livello è garantita la prestazione odontoiatrica ai pazienti disabili e fragili, a coloro che sono a rischio infezione o soffrono di una malattia oncologica e quindi possono usufruire del ricovero in tutta sicurezza anche per evitare l’insorgenza di complicanze” spiega Marco Massagli, direttore dell’Odontoiatria aziendale.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...