spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Salute, l’appello dei pazienti della Lega Tumori: “Aiutateci a fare il cammino di Santiago”

    Il "gruppo Impronte Lilt" fa camminate terapeutiche da 4 anni e ora vuole provare l'impresa: "Non ci fermiamo davanti alla malattia"

    FIRENZE – Non si sono fermati davanti alla malattia, non si fermeranno davanti alla fatica del Cammino di Santiago di Compostela.

    I pazienti del gruppo “Impronte” della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Firenze, nato nel 2018 dal Servizio Lilt di Psiconcologia del Cerion-Centro di Riabilitazione Oncologica Ispro-Lilt di Villa delle Rose, hanno un sogno: percorrere, a fine maggio, la storica strada spagnola dei pellegrini.

    L’idea dei camminatori è quella di portare simbolicamente insieme a loro tutte le persone che non possono camminare, che stanno affrontando terapie o interventi e anche chi non ce l’ha fatta: a loro dedicheranno i loro passi.

    Ma per farlo hanno bisogno del vostro aiuto: per questo lanciano un appello a cittadini, aziende e associazioni fiorentine, affinché diano un contributo per realizzarlo, sostenendo una parte dei costi per il viaggio.

    La donazione può essere fatta sul conto bancario della LILT Firenze n. 1000/75424, IBAN: IT58Y0306909606100000075424, causale “Donazione Progetto Impronte LILT”.

    Il Gruppo Impronte della Lilt Firenze è formato da persone in riabilitazione oncologica, che insieme a una psico-oncologa percorrono cammini e sentieri con un obiettivo terapeutico, sociale, e psicologico.

    Camminare fa bene alla salute, ma è anche un’attività che per un malato oncologico aiuta a sentirsi più forte e capace di affrontare le difficoltà, fisiche e psicologiche, legate alla malattia, stando insieme a persone che hanno vissuto o stanno vivendo esperienze simili.

    “Le camminate terapeutiche del Gruppo Impronte hanno aiutato e aiutano molte persone ad affrontare la malattia con benefici per il corpo, per la salute e per lo spirito, potendo contare sul supporto di un team di professionisti e di volontari e su una rete di relazioni che si trasformano spesso in amicizia” afferma Alexander Peirano, presidente di Lilt Firenze.

    Il Cerion, Centro di Riabilitazione Oncologica, è nato nel maggio 2005 dalla collaborazione tra Lilt-Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sezione di Firenze e Ispro-Istituto per lo Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica, con il sostegno dell’Istituto Toscano Tumori e dell’Associazione Toscana Donna e grazie ai fondi raccolti dalla manifestazione benefica fiorentina “Corri la Vita”.

    Grazie al lavoro di équipe tra il personale Ispro e i professionisti della Lilt, al Cerion, il paziente oncologico viene accompagnato in un percorso riabilitativo integrato e individualizzato (colloqui psiconcologici, fisioterapia, gruppi di sostegno, yoga, rilassamento, mindfulness, ginnastica dolce, consulenza d’immagine e, grazie all’Associazione La Finestra, gruppi di arte terapia, musicoterapia, lettura condivisa, scrittura creativa e teatro).

    La Lilt, unico ente pubblico in Italia su base associativa, è vigilata dal Ministero della Salute, ha sede a Roma ed è articolata in 106 associazioni provinciali.

    La Lilt Firenze opera sul territorio fiorentino con attività di prevenzione ed educazione alla salute (interventi nelle scuole, campagne di sensibilizzazione, percorsi per smettere di fumare), diagnosi precoce (ambulatorio di prevenzione melanoma), assistenza domiciliare (“Centro di aiuto al malato oncologico”, che collabora con il servizio pubblico e fornisce gratuitamente ausili sanitari utili per facilitare e migliorare la qualità di vita del paziente in fase avanzata di malattia).

    E riabilitazione oncologica bio-psico-sociale (Servizio “Donna come Prima” presso il Cerion, dove la Lilt è presente non solo con le volontarie del servizio, ma anche con professionisti come psicologi, massofisioterapisti, dietisti e logopedisti).

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...