spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sanità, i medici fiorentini piangono il ginecologo Francesco Alterini: “Un esempio per tutti”

    Dal 1979 al 2008 ha prestato servizio all'ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri: "Un contributo importante sulle diagnosi prenatali"

    FIRENZE – “Ci ha lasciato Francesco Alterini, ginecologo che ha dato un contributo importante allo sviluppo della diagnosi prenatale. Una grande perdita per il mondo medico fiorentino, oltre che un dolore personale”.

    Così il presidente dell’Ordine dei medici di Firenze, Pietro Dattolo, ricorda Francesco Alterini, ginecologo fiorentino morto oggi.

    Specializzato in Ostetricia e Ginecologia all’Università di Firenze, Alterini fece esperienza come assistente negli ospedali di Prato e Empoli.

    Per poi passare, nel 1979, al nuovo reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, dove era rimasto fino al pensionamento nel 2008.

    “È triste – dice Dattolo – dover salutare un altro bravo collega che se ne va”.

    “Ma la sua dedizione e professionalità – conclude il presidente dell’Ordine – sono un esempio prezioso per tanti giovani colleghi e anche per i più attempati. Condoglianze alla famiglia”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...