venerdì 7 Agosto 2020
Altre aree

    20 anni di Osteria di Passignano. Una cena spettacolare insieme a La Peca

    BADIA A PASSIGNANO (BARBERINO TAVARNELLE) – Proseguono in maniera straordinaria gli eventi per la celebrazione dei 20 anni di Osteria di Passignano, che anche quest’anno ha confermato la sua Stella Michelin, per la grande soddisfazione del “patron” Marcello Crini e dello chef Nicola Damiani.

    Venti anni di storia dicevamo. Per i quali l’Osteria ha organizzato tutta una serie di eventi, dalla fine di ottobre 2019 alla fine di ottobre 2020 (li trovate tutti nel link qui sotto).

    Martedì 19 novembre è andato in scena il secondo di questi eventi, dopo la cena inaugurale. Ed è stato un vero e proprio spettacolo. Osteria di Passignano ha infatti unito in cucina la maestria del “resident chef” Damiani a quella di ospiti di eccezione, ovvero i bistellati Michelin Nicola e Luigi Portinari de La Peca di Lonigo (Vicenza).

    I piatti li vedete con i vostri occhi, scorrendo la ricchissima fotogallery. Gustarli è stato un privilegio per gli ospiti di una serata da “sold out”.

    Ma saranno tantissime le occasioni nei prossimi mesi per poter celebrare i 20 anni di questo luogo dell’eccellenza chiantigiana, con cene-evento, una innovativa iniziativa per gli under 35, “charity-dinner”, altri chef ospiti… . Le trovate tutte cliccando sul link sopra.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino