spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 3 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al via il progetto CittaslowBee: le api del buon vivere volano sui fiori di Greve in Chianti

    Il Comune realizza le aiuole della biodiversità, aree verdi AmichedelleApi a Greve e nelle frazioni

    GREVE IN CHIANTI – La lumaca, simbolo identitario delle CittàSlow diventa amica delle api. 

    Greve in Chianti, comune che alla fine degli anni ’90 fondò le radici di un’importante rete destinata a crescere nel mondo e a diffondere pratiche ed esempi virtuosi nel nome della cultura buon vivere e della sostenibilità, lancia il progetto aperto “CittaslowBee: concretamente per le api, sentinelle della biodiversità”, a sostegno delle api e a tutela della biodiversità, elaborato da Cittaslow International.

    La giunta Sottani rafforza l’impegno del territorio grevigiano nel network che oggi conta oltre 300 città, disseminate in decine di diverse nazionalità, tra Occidente e Oriente, attraverso la diffusione di un’azione di sensibilizzazione alla salvaguardia delle api.

    Un obiettivo che rientra a pieno titolo nella carta dei principi e degli interventi che le Cittàslow realizzano a favore della promozione di uno sviluppo locale sostenibile, della riqualificazione dei territori e della tutela dell’ambiente.

    Le api, quali indicatori della biodiversità, sono necessarie alla salubrità ambientale e alla tutela ambientale.

     E’ la premessa dalla quale parte il doppio evento, in parte on line in parte in presenza, con cui il Comune di Greve in Chianti accoglie l’arrivo della bella stagione vestendosi dei profumi e dei colori della natura chiantigiana.

    L’evento, organizzato dal Comune, si apre con la conferenza virtuale, in programma venerdì 14 maggio alle ore 18, in cui si sarà illustrato il progetto con il coinvolgimento del direttore, Piergiorgio Oliveti, e alcuni esperti a cura di Città Slow International. L’iniziativa sarà trasmessa sui canali sociali del Comune, la pagina Facebook e il canale YouTube.

    “L’iniziativa vuole sottolineare la necessità di mettere in risalto il ruolo dell’ape – rileva il sindaco Paolo Sottani – un insetto fondamentale per il mantenimento degli equilibri ambientali la cui importanza non deve essere solo limitata alla sua attività di impollinazione e produzione di miele, ma anche e soprattutto alla sua azione ai fini della tutela della biodiversità”.

    Dalla piazza virtuale a quella reale. Il progetto CittàSlowBee si mette in vetrina alla quarantasettesima edizione della mostra mercato di fiori, piante e accessori per il giardino “Greve in Fiore”, in programma, sabato 15 e domenica 16 maggio, in piazza Matteotti.

    🐝 A Greve in Chianti tre giorni dedicati… alle api

    🌺 “Greve in Fiore”: il 15 e 16 maggio torna la mostra mercato

    “Nel corso dell’iniziativa – precisa il sindaco – distribuiremo un omaggio ai cittadini che effettueranno acquisti florovivaistici e compreranno piante mellifere e aromatiche, ovvero bustine contenenti semi di fiori graditi alle api, l’obiettivo è quello di invitare la nostra comunità a realizzare nei giardini privati o nei terrazzi di casa l’angolo “Amicodelleapi”, finalizzato appunto a ricreare un ambiente favorevole all’impollinamento, determinante ai fini della salvaguardia e della regolazione dell’ecosistema”.

    L’amministrazione comunale inoltre ha realizzato delle aiuole AmicadelleApi a Greve in Chianti e in alcune frazioni.

    “Abbiamo piantato i semi di fiori che attraggono le api a Strada in Chianti con il supporto prezioso dei volontari civici che si occupano della manutenzione del Seminatore – aggiunge il sindaco – i volontari dell’Avis hanno fatto altrettanto piantando lavanda intorno al Monumento ai Caduti di Strada”.

    Anche la statua di Giovanni da Verrazzano posta in piazza Matteotti è circondata di semi di piante gradite alle api.

    “Come CittàSlow – conclude il primo cittadino – intendiamo dare il nostro contributo e contraddistinguere il Chianti per qualità e biodiversità, tutelando le api, tuteliamo anche i custodi di questi preziosi imenotteri, gli apicoltori locali, che svolgono un ruolo importante per la difesa e il benessere del mondo delle api”.

    Le bustine sono disponibili fino ad esaurimento. La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Società di Orticultura, sarà aperta nei giorni sabato 15 dalle ore 16 alle ore 19.30 e domenica 16 dalle ore 9 alle ore 19.30. Ingresso libero.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua