spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ecotappa alla Coop di Greve: “Non la trattate male e rispettate le regole”

    Appello della Cooperativa: "Serve a tante cose, ma non è luogo per abbandonare i rifiuti ingombranti"

    GREVE IN CHIANTI – Da un po' di tempo, accanto alla Coop di Greve è stata creata un'ecotappa affidata alla Cooperativa prima da Quadrifoglio ed ora da Alia.

     

    Ma cos'è un'ecotappa e a chi serve? E' una stazione di raccolta di rifiuti particolari, il cui conferimento non avviene di solito con i nostri rifiuti domestici, proprio perché considerati differenti dagli altri. In un'ecotappa si possono smaltire piccoli elettrodomestici, cartucce d'inchiostro esaurite, toner di stampanti, bombolette spray, farmaci scaduti e olio esausto solo per citare alcuni rifiuti che solitamente non smaltiamo con la raccolta differenziata… .

     

    Questo servizio è stato creato per agevolare la vita di tutti gli abitanti di Greve in Chianti e non solo, è utile ad uno smaltimento più rapido e veloce oltre che comodo.

     

    "Per questo – dicono dalla Coop grevigiana dopo aver notato numerosi comportamenti scorretti –  chiediamo di "trattare bene" quest'area conferendo i rifiuti negli appositi cassonetti e non al di fuori e, soprattutto, chiediamo a tutti di rispettare la tipologia dei rifiuti da smaltire".

     

    "Purtroppo – segnalano –  capita spesso che vengano portati all'ecotappa rifiuti che andrebbero smaltiti all'isola ecologica di San Casciano oppure mediante prenotazione di ritiro ingombranti".

     

    "Quello che ci preme evidenziare – concludono – è che, l'ecotappa, un servizio così utile e dedicato a tutti, non è scontato, tanto è vero che in alcuni casi il gestore dei rifiuti ha deciso di chiudere delle ecotappe a seguito di un cattivo utilizzo delle stesse".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...