spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al circolo Sms L’Unione arriva il capitano della Compagnia dei carabinieri di Figline

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Un'assemblea pubblica per parlare con la popolazione di San Polo  in Chianti (che nel frattempo si è pure organizzata con "ronde" autogestite), informarla delle azioni intraprese e in qualche modo tranquillizzarla.

     

    L'amministrazione comunale grevigiana (come anticipato dal Gazzettino del Chianti, clicca qui) l'ha indetta per questa sera, per giovedì 19 settembre, alle 21.15 presso il circolo Sms L'Unione di San Polo in Chianti.

     

    Paese che, e ne abbiamo dato conto, nei mesi scorsi è stato al centro di una raffica incredibile di furti. Fra i quali è purtroppo spiccata anche una rapina a mano armata ai danni di due anziani coniugi.

     

    All'Sm L'Unione ci saranno il sindaco Alberto Bencistà, il comandante dalla polizia municipale grevigiana Massimo Zingoni. E il capitano della Compagnia dei carabinieri di Figline Valdarno Luca Mercadante.

     

    I cittadini sanpolesi ci saranno in massa: vorrebbero sapere a che punto sono le indagini, se ci sono sviluppi e se c'è la possibilità di acciuffare qualcuno.

     

    E qualcuno, sotto voce, si chiede anche perché la vigilanza non sia stata rafforzata prima come è invece stato fatto in queste ultime settimane, quando i furti sono per l'appunto… finiti.

     

    ARTICOLI CORRELATI

     

    – Furti anche di mattina: San Polo ormai un paese senza pace

    – San Polo senza pace: ancora tentativi di furti in casa

    – L'appello: "Un fax ai carabinieri per chiedere sicurezza"

    – San Polo adesso ha davvero paura: un altro furto in una casa

    – Anziani sequestrati e derubati in casa: choc a San Polo

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...