spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 2 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Chianti Classico da gustare… in piazza: a Montefioralle una nuova iniziativa

    Aziende in associazione e due giorni dedicati a questa zona speciale con "Montefioralle Divino"

    MONTEFIORALLE (GREVE IN CHIANTI) – E così, dopo "Vino al Vino" a Panzano in Chianti (che inizia in questi giorni) e "I Profumi di Lamole" a Lamole, anche Montefioralle ha la sua festa-degustazione dedicata ai Chianti Classico che producono le aziende in questa porzione di territorio.

     

    Montefioralle che in verità, già da tredici anni, grazie all'organizzazione del Comune di Greve in Chianti, in collaborazione con il Comitato Turistico del borgo, mette in mostra le sue eccellenze a maggio con "I Vini del Castello".

     

    In questo caso invece parliamo di una sorta di "zonazione" messa in campo dai produttori stessi, per rimarcare una volta di più tipicità e differenze dovute a terreni, posizioni geografiche, caratteristiche microclimatiche, … . Insomma, la potremmo quasi definire una sorta di "auto-mappa dei Cru grevigiani".

     

    Per questo è nata, nell'agosto scorso, l'Associazione Viticoltori di Montefioralle: a comporla sono 15 aziende che hanno sede o possiedono vigneti nel territorio identificato come "nel comune di Greve in Chianti, a nord di Panzano sul versante sinistro del fiume Greve, nella zona limitrofa alla collina di Montefioralle".

     

    Nello specifico, si tratta di: Pieve di San Cresci di Ballini e C. Società Agricola S.S.; Fattoria di Calcinaia di Capponi Sebastiano; Azienda Agricola Campriano di Elena Lapini; Azienda Agricola Montefioralle di Sieni Alessia; Azienda Agricola Sagrona dei fratelli Manetti S.S.; Azienda Agricola Altiero di Baldini Paolo; Azienda Agricola Brogioni Maurizio; Fattoria Castello di Verrazzano di Cappellini Luigi; Azienda Agricola Giannellini Giovanna (solo viticoltore); Azienda Agricola Grassi Roberto; Azienda Agricola Le Palaie a Montefioralle di Bussotti David (solo viticoltore); Azienda Agricola Meli Luciano (solo viticoltore); Azienda Agricola Terre di Baccio; Fattoria Viticcio S.a.r.l.; Azienda Agricola Belvedere di Brogioni Armida (solo viticoltore).

     

    "La ricerca di sinergie tra i viticoltori – spiegano dall'associazione – è motivata dal fatto che le aziende ritengono che questo territorio possieda delle caratteristiche, sia geologiche che climatiche, molto specifiche. Capaci di dare carattere e unicità alla produzione dell'uva (con particolare riferimento al Sangiovese) e del vino derivato".

     

    Il primo consiglio direttivo è stato così costituito: Paolo Baldini (presidente), Luigi Cappellini (vice presidente), Sebastiano Capponi (vice presidente), Elena Lapini (tesoriere), Maurizio Brogioni (consigliere).

     

    Associazione che senza perdere un secondo si è subito messa al lavoro, tanto che nel week end del 26 e 27 settembre organizza la prima "uscita pubblica". Con "Montefioralle Divino 2015", evento di degustazione per la presentazione dei vini delle aziende associate (organizzato con il patrocinio del Comune di Greve in Chianti).

     

    Si svolgerà nella piazza principale (piazza Santo Stefano) del paese di Montefioralle (dalle 10 alle 19). Qui i produttori esporranno e offriranno in degustazione i propri vini (Chianti Classico, Chianti Classico Riserva e Chianti Classico Gran Selezione): il pubblico potrà acquistare all'entrata un calice al costo di 10 euro che gli permetterà di degustare i vini di tutte le aziende espositrici.

     

    Inoltre, domenica 27 settembre alle 11, parallelamente allo svolgimento della manifestazione in piazza, avrà luogo un evento di degustazione realizzato attraverso la collaborazione con la delegazione Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori) di Firenze.

     

    Nello specifico il "Sommelier dell'Anno Fisar", Livio Del Chiaro, guiderà una "orizzontale" di Chianti Classico Riserva annata 2009 delle aziende associate.

     

    Lo scopo è quello di discutere dei caratteri comuni che il "terroir" dona ai vini di Montefioralle. L'evento è gratuito, accessibile però solo tramite prenotazione all'indirizzo email degustazionemontefioralle@fisar-firenze.com. Fino ad esaurimento dei posti disponibili: in totale sono 40.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...