spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tanta era stata l’amarezza visto che si tratta di un bene acquistato dai rionali stessi. Che verrà riparato

    GREVE IN CHIANTI – Nella giornata di ieri è stato divelto uno dei tre tavoli da pic nic posti nella pineta del rione Etrusco di Greve in Chianti.

     

    Forte era stata da subito l'amarezza dei rionali che avevano acquistato a loro spese, con i proventi del loro spettacolo teatrale, le aree picnic in plastica riciclata facendone dono al Comune e a tutta la comunità grevigiana.

     

    Oltre che per il danno in sé (i tavoli sono costati 350 euro ciascuno), c'era la rabbia per quanto tolto a tutti i cittadini e ai rionali stessi, per i quali la pineta è diventata una sorta di punto di ritrovo, una seconda"casa" che viene curata e tenuta in ordine con passione e dedizione.

     

    Per fortuna però, almeno stavolta, parrebbe che non si tratti di vandali. Stando a una lettera arrivata in redazione si tratterebbe infatti di ragazzi ai quali il tavolino si sarebbe rotto per un incidente.

     

    E ci sarebbe anche la disponibilità rimettere a posto il tutto: saremo lieti di darne notizia anche… a tavolo rimesso in piedi!

    di Francesca Lotti

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua