spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Biblioteca, ancora una presentazione. Finalmente conclusi tutti i lavori

    Incontro con l'architetto Cosi e l'ex sindaco Hagge. Il sindaco: "Uno spazio vivo e amato da tanti cittadini"

    GREVE IN CHIANTI – La prima inaugurazione della nuova biblioteca di Greve è stata nel maggio 2013, a distanza di tre anni e mezzo finalmente si è concluso anche l'ultimo dei lavori, l'installazione dell'ascensore e una nuova presentazione  della “Carlo e Massimo Baldini” è stata celebrata insieme ai progettisti e ai fondatori della struttura finanziata dal Comune e dalla Regione Toscana per un importo complessivo pari a un milione di euro circa.

     

    L’architetto Cristiano Cosi, l’ex sindaco Marco Hagge, il sindaco Paolo Sottani e l’assessore alla Cultura Lorenzo Lotti hanno incontrato il pubblico nell’ampia sala lettura al primo piano per descrivere il completamento dei lavori, anche se ormai la struttura in cotto e travertino è conosciuta e utilizzata ogni giorno da tanti cittadini.

     

    Il cantiere era andato avanti fino al 2010, poi la biblioteca era rimasta chiusa tre anni e mezzo (per una vicenda giudiziaria e per le lentezze burocratiche) tra l'incomprensione e le polemiche dei cittadini, fino a che a maggio del 2013 l'allora sindaco Alberto Bencistà non aveva deciso di fare ugualmente l'inaugurazione dell'edificio “abusivo”.

     

    Per il sindaco Sottani “con l’installazione dell’ascensore si porta a termine l’ultimo tassello dei lavori pubblici previsti per questa importante realizzazione, un percorso lungo e complesso che si conclude nella sua interezza grazie all’impegno e alla volontà di un lavoro collettivo”.

     

     “E’ un luogo che fa vincere la cultura – aggiunge l’ex primo cittadino Marco Hagge – in questo spazio si respira profumo di conoscenza, quella vera, stampata nelle migliaia di volumi che costituiscono il ricco patrimonio di una struttura elegante e funzionale allo stesso tempo”. Il nome e l’immagine della biblioteca di Greve hanno fatto il giro della penisola varcando anche i confini nazionali. L’architetto Cosi rileva che lo stile architettonico  con la facciata in cotto caratterizzata dai richiami antichi rivisitati ha trovato spazio in alcune delle maggiori testate nazionali di settore come Domus".

     

     

     

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...