spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Boom di utenti: oltre 1.300 iscritti al canale Whastapp del Comune di Greve in Chianti

    Il vicesindaco Giulio Saturnini: "L'obiettivo è ridurre le distanze tra amministrazione comunale e cittadini, utilizzando uno strumento semplice"

    GREVE IN CHIANTI – Supera quota 1.300 il numero degli iscritti al servizio Whatsapp del Comune di Greve in Chianti, il canale social di dialogo con le cittadine e i cittadini che la giunta Sottani ha attivato sei mesi fa.

    Una sorta di “Urp virtuale” che raggiunge la comunità dove essa si trova ed eroga periodicamente informazioni e notizie di vario genere relative a servizi, bandi, scadenze, modifiche alla viabilità, ordinanze, eventi, opportunità e tutto ciò di cui il cittadino ha bisogno di ricevere in tempo reale.

    “Il nostro è un servizio di Whatsapp in uscita che instaura un rapporto diretto, immediato con il cittadino utilizzando un linguaggio semplice, chiaro e sintetico” dichiara il vicesindaco Giulio Saturnini.

    “In sei mesi di attivazione – riflette – abbiamo notato che la forma chat “one to one” in cui il lettore può leggere il messaggio nell’ora in cui lo riceve funziona e riscuote un alto livello di gradimento da parte della cittadinanza, come attesta il numero degli iscritti che lievita ogni giorno”.

    L’attivazione del servizio è la naturale conseguenza di un approccio del comune chiantigiano sempre più virtuale e smart e dell’offerta dei canali di comunicazione che già comprende la pagina Facebook istituzionale e il canale Instagram.

    WhatsApp è il sistema di messaggistica più utilizzato in questo momento per comunicare, inviare foto, video e documenti ed è utilizzato da un pubblico trasversale, giovani e anziani.

    Dopo aver monitorato la tipologia delle richieste più ricorrenti, il Comune ha deciso di puntare sull’efficacia di uno strumento agile e largamente diffuso, entrato a pieno ritmo nella quotidianità delle relazioni sociali, che ha permesso peraltro di affinare l’attività di comunicazione interna dell’ente con l’erogazione di informazioni omogenee e unitarie.

     “Abbiamo attivato il servizio – evidenzia il vicesindaco – nell’obiettivo di ridurre le distanze tra amministrazione comunale e cittadini, utilizzando uno strumento semplice e alla portata di tutti, contiamo di proseguire su questa strada, potenziando sempre di più gli strumenti di comunicazione digitale del Comune”.

    Per accedere al servizio di Whatsapp del Comune di Greve in Chianti è facilissimo. Occorre salvare tra i propri contatti della rubrica il numero 3316277725 e inviare un messaggio tramite WhatsApp con il testo Iscrizione. 

    Si ricorda che il numero attivato dal Comune è funzionale solo all’invio di messaggi agli utenti iscritti al servizio di messaggistica ma non è abilitato a ricevere telefonate e messaggi in entrata.

    Per comunicare con l’amministrazione comunale o inviare segnalazione i cittadini sono chiamati ad utilizzare i tradizionali canali di comunicazione attivi quali telefono e posta elettronica.

    Inoltre, per garantire e tutelare la privacy dei cittadini iscritti al servizio, le comunicazioni sono inviate a liste broadcast, ovvero gruppi in cui non è possibile visualizzare i numeri di chi ne fa parte.

    La comunicazione dunque è monodirezionale: dal Comune al cittadino che può ricevere i messaggi dopo essersi registrato al servizio.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua