spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 5 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lavori Enel troppo rumorosi fra San Polo e Poggio alla Croce: gli sviluppi

    Le spiegazioni del gestore elettrico: "Il gruppo elettrogeno che ha causato problemi avea dei difetti. E' stato sostituito"

    SAN POLO-POGGIO ALLA CROCE (GREVE IN CHIANTI) – Dovrebbero dormire sonni più tranquilli, questa notte, i residenti della zona di Valle, fra San Polo in Chianti e Poggio alla Croce.

     

    Alcuni di loro infatti ci avevano contattato per segnalarci che i lavori in corso a una linea elettrica di media tensione avevano causato sbalzi di tensione pericolosi per gli apparecchi elettrici; e, soprattutto, rumori talmente forti da convincere alcuni turisti ad andarsene. E alcuni residenti a contattare un legale a loro tutela.

     

    # ARTICOLO / Lavori linee elettriche. Fra sbalzi di tensione e rumori, i turisti… se ne vanno

     

    Da Enel fanno sapere che "si tratta di lavori di rifacimento della linea di media tensione "Tagliafune", per il progetto "Resilienza" che interessa diversi comuni della provincia di Firenze".

     

    "Stiamo ricostruendo – proseguono – le nostre linee di media tensione, anche in seguito agli eventi del 2015 che interessarono con vento molto forte le zone attualmente in rifacimento".

     

    "Il gruppo elettrogeno con il quale stavamo portando avanti i lavori – concludono da Enel – aveva dei problemi, ed è stato sostituito con un altro. Non avevamo avuto segnalazioni, ma comunque la situazione dovrebbe tornare a una normalità".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...