spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cementificio Testi, firmato l’accordo fra Buzzi Unicem e sindacati: ecco cosa stabilisce

    Messi a disposizione 100 posti di lavoro in altre unità operative del gruppo; percorsi di formazione; "doti" per eventuali assunzioni da altre aziende del territorio; forme di sostegno alternative...

    TESTI (GREVE IN CHIANTI) – Una nota diffusa oggi, martedì 22 giugno, da Buzzi Unicem, annuncia che “a seguito del confronto avviato con le organizzazioni sindacali e le Rsu, conseguente all’annuncio della cessazione delle attività dello stabilimento di Greve in Chianti e del Centro di macinazione di Arquata Scrivia (Alessandria), in data odierna è stato raggiunto un accordo condiviso tra le parti”.

    “La chiusura della trattativa – si legge nella nota – ha privilegiato soluzioni a sostegno dell’impiego, prevedendo la ricollocazione dei lavoratori, mettendo a disposizione oltre 100 posizioni di lavoro a tempo indeterminato presso altre unità operative del gruppo”.

    Nonché, viene aggiunto, “specifiche azioni aggiuntive di mitigazione sotto forma di contributi per alloggio, trasloco, spese di viaggio”.

    “Sono stati predisposti inoltre – si legge ancora – percorsi di outplacement fino a 36 mesi, una “dote assunzione” a favore di potenziali datori di lavoro sul territorio, percorsi di formazione e adeguamento delle competenze e la prelazione in caso di nuove assunzioni, presso le società del Gruppo in Toscana e Piemonte fino al 15 settembre 2024”.

    “Per sostenere ulteriormente coloro che non fossero nelle condizioni di poter accettare le posizioni disponibili all’interno dell’azienda – prosegue la nota di Buzzi Unicem – sono state concordate forme di sostegno alternative”.

    “Le persone che continueranno il percorso professionale all’interno dell’azienda – si specifica – saranno sostenute nell’affrontare la nuova realtà, al fine di proseguire una collaborazione proficua nel tempo”.

    Buzzi Unicem conclude ribadendo “il proprio impegno ad operare con una visione a lungo
    termine e continua a dialogare con le Istituzioni in maniera costruttiva su temi di natura
    strategica per il territorio”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...