spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ci sarà anche un gruppo di “civici” a sostegno della candidatura di Paolo Sottani a sindaco di Greve

    Sinistra e ambiente, cittadini civici per Greve: "Con il nuovo Pd possiamo collaborare e costruire anche a Greve un centrosinistra unito"

    GREVE IN CHIANTI – Saranno tre i loghi che saranno stampati nel simbolo che accompagnerà la candidatura di Paolo Sottani a sindaco di Greve in Chianti (e che verrà svelato a breve).

    Quello del Partito democratico. Quello di Italia Viva. E quello di Sinistra e Ambiente – Civici per Greve.

    “Siamo un gruppo di cittadini residenti nel comune di Greve in Chianti – si presentano così -non iscritti ad alcun partito ma sostenitori, elettori e simpatizzanti delle diverse forze politiche progressiste, di sinistra ed ecologiste”.

    “Abbiamo accolto positivamente la rimessa al centro dell’agenda politica – proseguono – da parte di un Pd finalmente rinnovato, delle battaglie per il salario minimo, per la difesa della sanità pubblica, dell’ambiente e del paesaggio e per la salvaguardia dei beni comuni”.

    “Le prospettive che si sono aperte grazie a queste mutate sensibilità – rilanciano – ci hanno convinto, a livello locale, ad abbandonare un posizionamento che per anni ci ha visti all’opposizione dell’amministrazione comunale grevigiana, per portare il nostro contributo all’interno della coalizione che sosterrà Paolo Sottani sindaco alle elezioni del prossimo giugno”.

    Il simbolo che accompagnerà, insieme a Pd e Italia Viva, quello della coalizione per Paolo Sottani

    “Siamo preoccupati – sottolineano – da un clima nazionale che vede una destra forte e autoritaria colpire soprattutto il futuro dei cittadini più deboli. Anche per questo pensiamo che non sia il momento delle divisioni ma dell’apertura di un progetto nuovo per Greve che sia plurale e condiviso”.

    “Sul tavolo del Pd grevigiano – rimarcano – che si è reso disponibile ad interloquire con tutte le forze interessate, non abbiamo portato pregiudiziali o pregiudizi ma idee e contenuti, trovando disponibilità e ascolto. Ambiente, scuola, anziani, agricoltura biologica e di qualità, servizi socio-sanitari e trasporto pubblico, sono i nostri punti cardine su cui tutti insieme faremo proposte concrete per migliorare la vita quotidiana nel nostro comune”.

    “A questo proposito – dicono ancora – quello che ci proponiamo e di collaborare con il sindaco, la giunta e i consiglieri, di vigilare affinché si realizzino gli obbiettivi programmatici o risolvano i problemi che si presenteranno, con un’attenzione particolare per i piccoli borghi periferici”.

    “Al tempo stesso – affermano – siamo convinti che il nostro territorio vada protetto e promosso e per questo chiediamo che le future scelte urbanistiche siano il frutto di un confronto partecipato, approfondito e costruttivo”.

    “È dunque con questa consapevolezza – concludono da Sinistra e Ambiente – Civici per Greve – che abbiamo deciso di partecipare alla coalizione che sostiene Paolo Sottani e alla costruzione di un programma per i prossimi cinque anni. Un progetto fondato su contenuti sfidanti e capace di valorizzare sia l’esperienza amministrativa, sia la capacità di dare risposte nuove e adeguate a quelle sfide ambientali, sociali, culturali che ci attendono”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...