spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Con i lavoratori del cementificio: fra assemblea dell’Unione comunale e sindaci al presidio di Testi

    Domani, sabato 24 aprile alle 10.30, i sindaci si ritroveranno insieme ai lavoratori presso il presidio permanente. Nello stesso orario assemblea online

    GREVE IN CHIANTI – Si terrà domani, alle ore 10.30, in modalità on-line un’assemblea pubblica con la quale le amministrazioni dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino e i lavoratori dello stabilimento Sacci faranno il punto sulla situazione del Cementificio di Testi in seguito all’acquisizione da parte del gruppo Buzzi Unicem.

    I sindaci dei Comuni di Greve in Chianti, San Casciano e Barberino Tavarnelle si ritroveranno insieme ai lavoratori presso il presidio permanente allestito nelle vicinanze dello stabilimento del Passo dei Pecorai, nel comune di Greve in Chianti.

    All’assemblea prenderanno parte le organizzazioni sindacali, confederali e di categoria. Conclusa l’iniziativa virtuale aperta ai cittadini, è prevista una seduta del Consiglio dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino durante la quale sarà discussa una mozione a sostegno dei lavoratori e per il futuro del territorio.

    L’assemblea pubblica e il Consiglio potranno essere seguiti in diretta streaming sulle pagine Facebook dei Comuni dell’Unione del Chianti Fiorentino.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua