spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Diversus, una piscina nascosta nel cuore di Greve. Una tavola sempre piena di prelibatezze

    Sushi, menu piscina, tartare di pesce e di carne. E poi i piatti dedicati al mare, fra impepata di cozze e spaghetti alle vongole: un luogo tutto da vivere e godere

    GREVE IN CHIANTI – Vuoi evitare il caos della spiaggia, il costo dell’ombrellone o la fatica di portarti 100 cose dietro?

    A Greve in Chianti puoi andare da Diversus, in piazza Matteotti, e nel cuore del paese c’è una piscina nascosta, immersa in un bellissimo giardino dove tutti possono accedere se rimangono a pranzo o a cena.

    “Ci fa molto piacere vedere che la formula di mangiare ed usare la piscina funziona bene – comincia Francesco manager del ristorante – pranzi veloci e squisiti con il menù piscina che è stato arricchito con vongole e cozze fresche ed il sushi che fa sempre da padrone sia per gli ordini in sala che per l’asporto”.

    “Come sempre grazie ai feedback che chiediamo ai nostri clienti – prosegue Francesco – abbiamo aggiunto al menu tartare di pesce, orata, salmone o tonno e tartare di manzo con peschiole al tartufo“.

    “Abbiamo poi deciso – annuncia – che è arrivato il momento dell’impepata di cozze e di un bello spaghetto alle vongole veraci. Tutte aggiunte che profumano di mare, con prodotti di alta qualità e che ci catapultano su una bella spiaggia al tramonto con un buon calice di vino bianco”.

    “Una novità importante che ci riempie di orgoglio – dice Francesco – è stato l’invito che ci è pervenuto dall’Impruneta. Mercoledì 28 luglio, in occasione delle serate di “Sali al Pozzo” siamo stati invitati a presentare il nostro sushi“.

    Il sushi di Diversus, di pesce e di carne: il 28 luglio “sbarca” anche in piazza all’Impruneta

    “Un invito che ci riempio di orgoglio – ribadisce – perché dimostra che la nostra idea, l’attenzione alla qualità e l’impegno per portarlo a giro per tutto il territorio chiantigiano hanno dato buoni frutti. Siamo contentissimi che sia piaciuto così tanto da permetterci di fare una serata specifica fuori dal nostro comune”.

    “Ricordo l’importanza della prenotazione, che ora può essere fatta anche tramite sito web – ricorda Francesco – Il caldo aiuta a riempire la piscina e a far venire voglia di cibo fresco, non vorremmo trovarci costretti a declinare delle richieste”.

    “I nuovi orari sono per il sushi da asporto e al tavolo – precisa – dal giovedì al sabato, pranzo e cena e la domenica solo a pranzo, quindi chi vuole il sushi la domenica sera deve ordinare entro le 13 e non oltre”.

    “Il menù piscina invece – dice ancora – sarà a disposizione dei nostri clienti, dal lunedì al sabato, sia a pranzo che a cena e la domenica solo a pranzo. Le consegne rimangono possibili nei comuni di Greve in Chianti, San Casciano, Impruneta, Figline Valdarno e Radda in Chianti”.

    “Come sempre – conclude – massima flessibilità e modulabilità dei nostri box e nell’organizzazione dei tavoli, per accontentarvi come meglio possiamo. La nostra cantina è a vostra disposizione e vi potrete trovare dei vini buonissimi e delle birre belghe introvabili in Italia”.

    INFO E CONTATTI

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...