spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Expo del Chianti Classico, la cultura del vino in scena per 20mila enoturisti

    Quattro giorni di eventi hanno registrato il boom di presenze. Il vino (ovviamente) al centro, ma anche tante iniziative di comunità

    GREVE IN CHIANTI – Expo Chianti Classico 2023: sono i numeri dell’edizione che si è appena conclusa a confermare il grande successo di una manifestazione unica nel suo genere.

    Che ha presentato l’intera area vinicola del Chianti Classico in piazza Matteotti, cuore storico e commerciale di Greve in Chianti.

    Il lavoro, le sfide, le ambizioni dei produttori, in una rassegna che in soli quattro giorni è stata presa d’assalto da circa 20mila turisti (per la maggior parte eno-turisti), riuscendo a centrare un obiettivo di vendita che ha sfiorato i 9mila calici.

    In scena è andato l’amore per il vino coltivato dal territorio, in un ponte che lega passato e contemporaneità, tradizioni e sostenibilità.

    Una storia fatta di persone, territori, custodi del paesaggio, agricoltori creativi, attenti, appassionati, imprenditori sensibili e dinamici, artigiani dell’innovazione, conoscitori di un patrimonio che fa della Toscana, seconda a nessuno in tema di biodiversità, un valore aggiunto, esteso e diffuso.

    Ma non solo: come sempre i giorni dell’Expo sono stati pieni anche di eventi comunitari, basti pensare al concorso del Fotoclub Chianti o alla Super Tombola della parrocchia di Santa Croce.

    “Insieme alla Regione Toscana e al Consorzio Vino Chianti Classico – dichiara il sindaco Paolo Sottani – abbiamo messo in mostra l’essenza del Chianti, la terra che nel ‘600 legò il suo nome al vino ottenuto da più vitigni e che oggi si qualifica come un’entità culturale, paesaggistica, enogastronomica di alto profilo, lavorare in modo unitario e condiviso fa bene alla salute del nostro vino e alle prospettive economiche del territorio”.

    Un albo d’oro, quello registrato nel 2023, costituito da oltre 150 aziende partecipanti, 64 delle quali espositrici in piazza Matteotti.

    Le altre sono state rappresentate dal padiglione collettivo del Consorzio Vino Chianti Classico. Grazie alla presenza delle numerose realtà vitivinicole i visitatori hanno potuto saggiare complessivamente oltre 200 vini.

    Pur con le loro differenze, i produttori del Chianti Classico sono riusciti a fare massa critica nella competizione globale rendendo le terre del Gallo Nero aree leader nel mercato vinicolo internazionale.

    “L’edizione 2023 dell’Expo Chianti Classico, dedicata quest’anno ai 250 anni di vita istituzionale della comunità grevigiana, si è presentata come un viaggio nel bicchiere ricco di cultura – ha dichiarato l’assessore alla cultura Giulio Saturnini – la rassegna si è articolata su un programma particolarmente nutrito di momenti di degustazioni e di proposte culturali, caratterizzato da varie forme di intrattenimento e music street che si sono alternate nel centro storico di Greve e nell’area della piscina”.

    “Un approccio produttivo – ha tenuto a dire – e un modello di coinvolgimento della comunità su cui l’Expo Chianti Classico ha scommesso estendendo il proprio raggio di interesse e intensificando l’attività di promozione in favore delle potenzialità enogastronomiche e culturali del territorio”.

    La vetrina d’autore firmata Expo Chianti Classico ha restituito ancora una volta l’immagine di un territorio unito e forte, che vuole guardare avanti con l’idea di farsi interprete e portavoce delle esigenze e delle vocazioni di un’unica importante realtà vitivinicola, il Chianti Classico, cuore verde della quarta regione più visitata d’Italia.

    La rassegna è stata presenziata dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, dall’assessore regionale Stefania Saccardi, dal sindaco di Firenze Dario Nardella, dal presidente del Consorzio Vino Chianti Classico Giovanni Manetti, dalla direttrice del Consorzio Vino Chianti Classico Carlotta Gori e da tutti i sindaci del Chianti Classico.

    “Un ringraziamento a tutte le aziende – ha concluso il sindaco Paolo Sottani – che hanno partecipato alla manifestazione, allo staff e al personale comunale che ha lavorato in modo da consentire la perfetta riuscita della manifestazione”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...