spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Festa della Donna: una panchina rossa davanti alla Coop di San Polo in Chianti

    La presidente della cooperativa sanpolese, Bona Baraldi: "Cerimonia alle 17.30, poi offriremo un aperitivo a tutte le donne"

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Mercoledì 8 marzo verrà installata in piazza Garibaldi, a San Polo in Chianti, una panchina rossa donata dalla Coop alla comunità sanpolese.

    “La panchina rossa – dice la presidente della Coop di San Polo, Bona Baraldi – è simbolo riconosciuto della violenza che continua purtoppo ogni giorno a minacciare la vita di tante, troppe donne”.

    “Una targhetta – fa sapere – intitolerà la panchina a Giulia e Angelica che, nel tempo ne sono state vittime.

    “La panchina rossa – dice ancora – resterà sul nostro territorio a testimonianza dell’impegno delle istituzioni, di Coop e dell’intera comunità di San Polo in difesa di ogni donna e dei suoi diritti!”.

    La cerimonia si terrà mercoledi 8 marzo alle 17.30: avrà il patrocinio del Comune di Greve in Chianti e il sostegno di LegaCoop Toscana.

    “Essendo lo stesso giorno la Festa della Donna – dice ancora la presidente Baraldi – Coop offrirà alle donne un aperitivo presso la Trattoria Sotto l’Arco: i soci, la cittadinanza, le donne tutte sono sentitamente invitate”.

    “Un ringraziamento particolare – tiene a dire – a Maria Chiara Cecconi, artista di San Polo che ha donato una sua opera assunta a simbolica icona di questo evento”.

    “La nostra cooperativa – conclude – da sempre al fianco della comunità di San Polo, non è solo un’attività commerciale ma una testimonianza di solidarietà, di sacrificio, di impegno civile”.

    Chiant’Arte: inaugurata la mostra collettiva di opere dedicate alla donna (in Comune e in biblioteca)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...