spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fra la gara dei rioni (Case Nuove ancora primo) e le maschere con i personaggi del paese (esilaranti)

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Domenica 3 maggio a San Polo in Chianti, c'è stata la 47esima edizione della ''Festa del Giaggiolo'': e ancora una volta… è stato un successo.

     

    Numerosi gli stand di abbigliamento, gastronomia e oggetti tipici hanno popolato le strade del paese chiantigiano.

     

    Adulti e ragazzi dagli 8 ai 30 anni, erano impegnati a partecipare ai ''giochi senza frontiere'', che prevedevano delle sfide tra i rioni del luogo: Case Nuove, Ciocca, Piana e Centro.

     

    Nel tiro alla fune su un tappeto di acqua e sapone, nella corsa in carriola e in altre sfide, i nostri concorrenti hanno dato il meglio di sè. Ma come di regola, c'è un solo rione vincitore, che anche questa volta, come l'anno scorso, è stato Case Nuove.

     

    Ma spostiamoci sulla strada; tra uno stand e l'altro, accompagnati da musicisti, dei ragazzi hanno sfilato travestiti da personaggi conosciuti del posto, dalla farmacista della piazza, al celebre postino (nelle foto).

     

    Nonostante il sole non splendesse nel cielo, ci hanno pensato gli abitanti di San Polo a far risplendere la giornata con i loro sorrisi, accompagnati da canti e balli.

     

    In conclusione, si può affermare che, come tutti gli anni, tutto è andato per il verso giusto.

     

    Articolo realizzato da studenti dell'istituto "Gobetti-Volta" di Bagno a Ripoli  nell'ambito di un percorso giornalistico effettuato insieme alla redazione del Gazzettino del Chianti

    di Sabrina Pecorella

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua