spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Stuccatura e imbiancatura alla “Sturiale”; sistemazione dei computer alla “Don Milani”

    Continua a dare buoni frutti il progetto elaborato dall'amministrazione comunale di Greve in Chianti, che ha aperto dieci posizioni assicurative in modo da permettere a genitori e volontari di dare una mano (clicca qui per leggere l'articolo) in lavori come la tinteggiatura delle scuole, sistemazione di giardini. Ma anche di qualcosa di più… complesso.

     

    Ne sono stati un esempio, sabato 9 febbraio, i piccoli lavori di manutenzione all'asilo "Alice Sturiale": stiamo parlando di lavori di ristuccatura intonaci e imbiancature (nella foto). Oltre a questo, sta volgendo anche verso la sua conclusionela riattivazione dell'aula di informatica della scuola primaria "Don Milani".

     

    Anche qui grazie a donazioni e manutenzioni volontarie è stato possibile riattivare l'aula con PC un pò datati ma più che sufficienti per l'apprendimento . E anche per la produzione, a livello didattico, di diverso materiale utile allo studio.

     

    Bravissimi davvero: i volontari, all'istituto comprensivo di Greve in Chianti, la dirigente scolastica Antonella Zucchelli, l'amministrazione comunale.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...