spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 13 aprile iniziative di Legambiente: si parte dagli antichi terrazzamenti…

    Nell’ambito dell’edizione 2013 della "Settimana della bellezza", strutturata sul tema ""La bellezza come risorsa non delocalizzabile e come chiave per uscire dalla crisi", Legambiente Chianti fiorentino e Legambiente Toscano hanno organizzato a Greve in Chianti il primo evento in Toscana sulla tutela del paesaggio.

     

    Sabato 13 aprile (dalle 10.30 alle 13.30) visita alla Fattoria di Lamole. L’iniziativa consisterà nella visita guidata nei terrazzamenti della tenuta (vedi foto), recuperati alla maniera quattrocentesca. I temi dell’evento sono: paesaggio, agricoltura di qualità, buon cibo e buon vivere.

     

    Alla visita guidata parteciperanno, tra gli altri: Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale di Legambiente; Mauro Agnoletti, Facoltà di Agraria, Università Firenze, esperto di paesaggi rurali; Alberto Bencistà, sindaco di Greve in Chianti; Paolo Socci, imprenditore vitivinicolo proprietario della fattoria.

     

    Questi i luoghi che verranno visitati: l’insediamento fortificato a margine del borgo: il Castello di Lamole; la Villa di Lamole: passeggiata nei vigneti storici di Grospoli e Lama; visita alla chiesa romanica di San Donato a Lamole (restaurata nel 1860).

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua