spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giovanni da Verrazzano: il Comune invita i cittadini alla lettura collettiva sul grande navigatore grevigiano

    Lo spettacolo, in programma il 3 maggio alle ore 21.15, in piazza Matteotti, consiste in un reading corale, prodotto da Arca Azzurra, con la partecipazione di Amanda Sandrelli

    GREVE IN CHIANTI – Tutti Giovanni da Verrazzano, almeno per un giorno!

    Il Comune di Greve in Chianti chiama i cittadini a partecipare ad una lettura collettiva che ripercorrerà la vita e le imprese del navigatore umanista Giovanni da Verrazzano, in occasione dei 500 anni dalla scoperta della baia dove sorge New York.

    Una lettura corale, a più voci, che vedrà la partecipazione dell’attrice Amanda Sandrelli e degli attori della storica compagnia Arca Azzurra.

    Il “reading” collettivo e partecipato, aperto a tutti coloro che vorranno dare il loro contributo, è uno degli appuntamenti del ricco cartellone messo in campo dal Comune per la celebrazione della ricorrenza.

    Che rinnova e consolida la relazione di amicizia tra il Chianti e gli Usa nel segno del valore scientifico e culturale dell’impresa compiuta dall’esploratore grevigiano.

    Una scoperta importantissima verso il Nuovo Mondo, documentata dall’unica testimonianza giunta fino a noi, ovvero la lettera datata 17 aprile 1524 che Giovanni da Verrazzano indirizzò al re Francesco I di Francia.

    Tra gli eventi di maggior rilievo del palinsesto grevigiano spicca dunque il debutto di una narrazione teatrale inedita allestita per l’occasione e prodotta da Arca Azzurra.

    L’iniziativa culturale prevede la partecipazione attiva di lettori e lettrici che interpreteranno il percorso biografico del navigatore-umanista, tratto dal libro di Marco Hagge “Navigatore e gentiluomo” e che sarà letto in compagnia di Amanda Sandrelli e degli attori di Arca Azzurra.

    E’ lo spettacolo, in programma il 3 maggio alle ore 21.15 in piazza Matteotti, a cura di Massimo Salvianti con Amanda Sandrelli e con Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci.

    L’evento vede la partecipazione degli allievi e delle allieve delle scuole di teatro del territorio con il coinvolgimento di amministratori, cittadini e visitatori.

     Per partecipare o ricevere informazioni: occorre inviare una mail entro il 26 aprile a salvianti@gmail.com con oggetto “partecipazione lettura collettiva Giovanni da Verrazzano”. 

    È prevista una prova serale nei giorni immediatamente precedenti l’evento.

    Intanto le occasioni e gli eventi che celebrano l’anniversario di Giovanni da Verrazzano, figura storica cui si legano vari luoghi, monumenti, vie, scuole e giardini di Greve in Chianti, proseguono in un clima di festa e condivisione, insieme alla delegazione americana giunta per l’occasione a Greve in Chianti.  

    Gli amici del comune gemello Rehoboth Beach, città della Contea di Sussex dello Stato del Delaware, hanno accompagnato il sindaco e il vicesindaco nella cerimonia di deposizione delle corone al Monumento di Giovanni da Verrazzano in piazza Matteotti, e al Giardino dei Navigatori dove è stata inaugurata la Sfera Armillare, opera donata dai rappresentanti istituzionali di Rehoboth Beach.

    Gli americani sono stati ospiti anche del Verrazzano Day e del concerto nella chiesa di Santa Croce.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...