spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il Comune di Greve in Chianti alla Chianti Classico Collection: per l’Expo 2020

    Alla kermesse che chiude oggi, banco informativo che svela il logo della rassegna che quest'anno spegne 50 candeline

    GREVE IN CHIANTI – Alla più grande degustazione di Chianti Classico, promossa e realizzata dal Consorzio Vino Chianti Classico, il Comune di Greve in Chianti è in mostra, per la prima volta, con un suo stand alla Chianti Classico Collection. In quanto organizzatore dell'Expo del Chianti Classico 

     

    Un’opportunità di prestigio, incastonata nella cornice fiorentina della Stazione Leopolda fino a oggi, martedì 18 febbraio, per presentare l'edizione 2020 della rassegna grevigiana di settembre.

     

    Della quale è stato svelato anche il logo, pensato appositamente per quest'anno, visto che sarà l'edizione numero 50. 

     

    “Siamo onorati di prendere parte ad una rassegna di altissimo profilo in cui l’essenza del mondo vitivinicolo, rappresentato dalle etichette del Gallo Nero – dichiara il sindaco Paolo Sottani (in foto sopra con il presidente del Consorzio Giovanni Manetti) – è promossa e valorizzata dal Consorzio Vino Chianti Classico attraverso uno degli strumenti migliori di conoscenza diretta, la formula della degustazione, che potrà essere effettuata presso i banchi di 200 produttori".

     

    "Invitiamo cittadini e operatori a venirci a trovare – conclude – ci saranno importanti novità relative all’anniversario di mezzo secolo dell’Expo che a settembre celebreremo insieme al nostro storico partner, il Consorzio Vino Chianti Classico”.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...