spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Greve in Chianti, il sindaco Sottani: “Su Ztl capoluogo abbiamo accolto alcune proposte di residenti e operatori”

    "Altre sono state respinte perché semplicemente annullavano gli obiettivi della zona traffico limitato, prevedendo soltanto per poche ore al giorno la pedonalizzazione"

    GREVE IN CHIANTI – Arriva a stretto giro la risposta del sindaco di Greve in Chianti, Paolo Sottani, alle critiche di chi (commercianti e residenti) contesta la ri-attivazione della Ztl estiva nel capoluogo.

    “Abbiamo attivato una serie di incontri e di occasioni di confronto e scambio sulla proposta di pedonalizzazione del centro storico in più occasioni – dice Paolo Sottani – e, a seguito di questo percorso di condivisione che ha mirato a contemperare le esigenze di residenti e operatori economici, abbiamo accolto alcune delle proposte di questi ultimi”.

    “Mentre altre – puntualizza – sono state respinte perché semplicemente annullavano gli obiettivi della zona traffico limitato, prevedendo soltanto per poche ore al giorno la pedonalizzazione”.

    “Abbiamo ritenuto opportuno – continua il sindaco – rispondere in parte alle loro esigenze senza però vanificare i principi che stanno alla base della nostra scelta”.

    Ovvero, conclude, “di valorizzare, tutelare la qualità del patrimonio artistico e architettonico del nostro centro storico e invitare i cittadini e visitatori ad una fruizione slow lenta e in sicurezza”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...