spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Greve in Chianti: nuova pavimentazione in porfido per piazza Santa Croce

    Il sindaco Paolo Sottani: "Per restituire bellezza ed eleganza allo spazio pubblico abbiamo scelto un materiale che coniuga estetica, compattezza e durevolezza"

    GREVE IN CHIANTI – Dopo le piazze di Strada e San Polo in Chianti, tocca alla bella piazza Santa Croce, davanti all’omonima chiesa “in cima” a piazza Matteotti, nel cuore storico e commerciale di Greve in Chianti, rifarsi il trucco.

    Ai nastri di partenza i lavori che mirano alla realizzazione della nuova pavimentazione di piazza Santa Croce e alla risistemazione di via Garibaldi.

    E’ l’investimento da 120mila euro, uno degli interventi di maggior rilievo in termini di riqualificazione degli spazi pubblici messo in campo dal Comune di Greve in Chianti, ad inaugurare il nuovo anno di interventi e opere pubbliche.

    “La piazza, una delle aree nevralgiche del capoluogo – specifica il sindaco Paolo Sottani – sarà ripavimentata con l’utilizzo di una pietra di pregio, il porfido, un materiale che coniuga bellezza estetica, resistenza, durevolezza e compattezza”.

    L’opera pubblica, finalizzata alla riqualificazione della pavimentazione, ha richiesto una spesa complessiva pari a 120mila euro.

    Il porfido è lo stesso materiale che il Comune impiegherà per la ripavimentazione di un’area di piazza Matteotti, la zona antistante il palazzo comunale, che risulta essere una delle più deteriorate. Anche in questo caso l’intervento prenderà il via a breve.

    “Sono tante – dicono dall’amministrazione comunale – le opere pubbliche che abbiamo messo in fila e realizzato per restituire alla comunità, con una particolare attenzione al decoro e al rispetto della tradizione, la bellezza delle piazze grevigiane, luoghi simbolo della socialità dove incontrarsi, condividere e ritrovare lo spirito di coesione e collaborazione che animano i territori della campagna chiantigiana”.

    Tra gli interventi compiuti negli ultimi anni il sindaco Paolo Sottani ricorda “gli obiettivi centrati con la riqualificazione delle piazze di San Polo in Chianti e Strada in Chianti”.

    Nel primo caso, “un’area priva di una specifica finalità, situata lungo la Strada Provinciale da Brollo a Poggio alla Croce, è stata convertita in una vera e propria piazza, intesa come spazio aperto alla comunità, al servizio dei cittadini”.

    Per quanto riguarda piazza Landi, cuore commerciale e sociale della frazione di Strada in Chianti, “lo spazio ha assunto una nuova veste, elegante e rispettosa della tradizione, grazie all’utilizzo del cotto prodotto dalle fornaci locali e della pietra serena ricavata da una cava del territorio”.

    Il restyling è consistito in una parziale ripavimentazione e nel risanamento di svariati punti e argini della piazza. Le risorse stanziate dalla giunta Sottani per la realizzazione di queste due opere ammonta ad un totale di 200mila euro.

    Per consentire l’esecuzione dei lavori di piazzetta Santa Croce l’amministrazione comunale ha disposto la chiusura della viabilità in corrispondenza dell’apertura del cantiere, a partire da lunedì 10 gennaio.

    Le aree di via Garibaldi e piazzetta Santa Croce saranno interdette al transito veicolare per circa 2 mesi, periodo necessario all’ultimazione dell’intervento.

    “L’ingresso a piazza Matteotti sarà comunque consentito – fa sapere il sindaco Paolo Sottani – l’obiettivo è quello di ridurre il più possibile i disagi ai cittadini in questa fase di avvio dei lavori”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...