spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 21 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Greve in Chianti: sabato 4 maggio l’apertura del comitato elettorale di Paolo Sottani

    "La nostra sede in via Roma - concludono - sarà un punto di riferimento per chiunque vorrà portare il proprio contributo e dare una mano alla nostra campagna”

    GREVE IN CHIANTI – Inizia la campagna elettorale della lista “Greve Casa Comune – Paolo Sottani Sindaco”, che riunisce Partito Democratico, Italia Viva e Sinistra e ambiente-Civici per Greve.

    Sabato 4 maggio alle 11 si apriranno le porte del comitato elettorale con sede in via Roma 12 a Greve.

    “Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare – dicono dal comitato – sarà possibile confrontarsi con il candidato sindaco Paolo Sottani e con i candidati della lista che saranno presenti”.

    “La prossima settimana – annunciano – inizierà il lungo “tour” elettorale che vedrà Sottani organizzare assemblee e incontri pubblici in tutte le frazioni del comune”.

    “I primi appuntamenti – aggiungono – saranno al circolo di Lamole mercoledì 8 maggio alle 21, alla casa del popolo di San Polo giovedì 9 maggio alle 21. E poi venerdì 10 maggio alle 18 presso l’ex circolino di Dudda e a seguire dalle 20 alla casa del popolo di Lucolena, dove sarà organizzata una pizza insieme ai candidati”.

    “Inizia un mese molto intenso di campagna elettorale – fanno sapere ancora dal comitato elettorale pro-Sottani – in cui condivideremo le nostre idee per il territorio di Greve in Chianti con i cittadini di tutte le frazioni”.

    “La nostra sede in via Roma – concludono – sarà un punto di riferimento per chiunque vorrà portare il proprio contributo e dare una mano alla nostra campagna”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...