spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Greve, pari opportunità: donne al centro nella rassegna di teatro per ragazzi nei giardini delle frazioni

    Il progetto fa leva sulle potenzialità espressive del teatro di strada come strumento culturale finalizzato ad abbattere gli stereotipi

    GREVE IN CHIANTI – dalle fiabe, dai racconti, dalle storie dei cinquecento libri sulla parità di genere che il Comune di Greve in Chianti ha acquistato e messo a disposizione delle biblioteche scolastiche, saltano fuori (e si esibiscono) decine di personaggi femminili che raccontano le loro vite e la strada intrapresa per la conquista dei diritti delle donne.

    Le loro mini biografie entrano in scena e si fanno spettacolo, affreschi teatrali e itineranti destinati ad abbattere il muro degli stereotipi adatti a spettatori e spettatrici di ogni età.

    Il sipario della biblioteca umana si alza nei giardini di tutto il territorio comunale, nel capoluogo e nelle frazioni con la rassegna “Le parole che costruiscono”, iniziativa promossa e organizzata dall’amministrazione comunale di Greve in Chianti.

    La ballerina Alicia Alonso, l’aviatrice Amelia Earhart, la tennista Billie Jean King, l’addestratrice di aquile Aisolphan-Nurgaiv, l’astrofisica Margherita Hack, la pirata Grace O’ Mally e tante altre donne del passato sono le protagoniste dei libri, espressione di questa nuova collezione di testi per l’infanzia sulla letteratura di genere, destinata agli studenti e alle studentesse del Comprensivo grevigiano.

    e della rassegna teatrale che l’associazione culturale “L’ultima fila”, diretta da Giacomo Cassetta, ha messo in piedi nei palcoscenici naturali tra giardini e piazze delle frazioni.

     L’obiettivo dell’iniziativa, nata da un’idea dell’assessora alle Politiche educative, è quello di realizzare la prima forma di teatro di strada nel panorama regionale con temi e contenuti orientati sulle pari opportunità.

    Gli appuntamenti, in programma da maggio a settembre, si terranno il 27 maggio a Lucolena, il 28 a San Polo, il 29 al Ferrone.

    A giugno la kermesse animerà i giardini pubblici di Panzano il 3, di San Polo il 4, di Strada il 5 giugno.

    A settembre si torna ad ascoltare e condividere “Le parole che costruiscono” il 9 a Lucolena, il 10 al Ferrone, l’11 a Greve in Chianti.

    Tutti gli spettacoli, ad ingresso gratuito, iniziarono a partire dalle ore 17. L’amministrazione comunale ringrazia per la collaborazione l’illustratrice Fabiola Capelaso.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...