spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’associazione mette a disposizione il suo personale infermieristico per fare le “punture”

    GREVE IN CHIANTI – La cancellazione della possibilità di farsi fare le iniezioni dal personale infermieristico del distretto sanitario grevigiano, che sta facendo preoccupare tanti cittadini e ha spinto il sindaco Alberto Bencistà a scrivere alla direzione dell'Azienda sanitaria e all'assessore regionale alla salute Luigi Marroni (clicca qui per leggere l'articolo), trova subito una prima risposta locale.

     

    A darla è la Croce Rossa di Greve in Chianti: "Per dare subito una risposta concreta alla cittadinanza la Cri di Greve informa che presso la propria struttura in via Gavinaia 17, il lunedì e il mercoledì dalle 7 alle 8.30 è disponibile un servizio infermieristico su prenotazione".

     

    "Che oltre ad effettuare servizio analisi e prelievi – sottolineano – già in funzione da tempo, può effettuare iniezioni ai pazienti che esibiranno regolare certificazione medica attestante il reale fabbisogno".

     

    "Per particolari esigenze di fabbisogno giornaliero – concludono – si potrà concordare direttamente con gli infermieri di turno. Per info contattare il numero 055/853027".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...