domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    L’Avg saluta “Bistecca”: sulle ambulanze grevigiane non ci sarà più Simone Bartalesi

    "È innegabile che sentiremo la sua mancanza sul luogo di lavoro, dove avere Simone in squadra è una garanzia. Ma ci mancherà anche come membro di questa seconda... famiglia"

    GREVE IN CHIANTI – “Ieri è stata una giornata di gioia ma anche di un po’ di tristezza all’Avg”.

    Inizia così il post sui canali social dell’Associazione Volontariato Grevigiano, in cui si saluta uno dei dipendenti “storici” che dice addio all’associazione di via della Pace.

    “Dopo tanti anni di lavoro – scrivono – uno dei nostri capitani ci lascia, Simone “Bistecca” Bartalesi“.

    # Lettera per Simone: “Vola per la tua nuova strada, ogni tuo volo è anche il mio volo”

    “È innegabile – ammettono – che sentiremo la sua mancanza sul luogo di lavoro, dove avere Simone in squadra è una garanzia”.

    “Conosce ogni angolo dell’ambulanza – aggiungono – ogni presidio medico, ogni manovra utile e giusta per portare a termine con successo il servizio di emergenza. Insomma un team leader a tutti gli effetti”.

    “Ma soprattutto – specificano – ci mancherà come membro della nostra “seconda famiglia”. Simo ci ha regalato pensieri ed emozioni indimenticabili, risate e scherzi che non rimpiazzeremo facilmente, tutti ricordi che porteremo sempre nei nostri cuori”.

    “Noi siamo sempre qui a sostenerti – scrivono rivolti a lui – e lo saremo sempre, ti facciamo un grande in bocca al lupo e ti auguriamo il meglio, tutta la felicità che la vita ti riserva!”.

    “Ci mancherai moltissimo – concludono – un grande abbraccio dalla tua “seconda famiglia”, l’Avg”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...