spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’Estate al Poggio alla Croce prosegue con una splendida camminata sui sentieri della memoria

    Una quarantina di persone, percorrendo il "Sentiero della Memoria", è arrivata fino al casolare Cavicchi, a Pian d'Albero, Badia Monte Scalari

    POGGIO ALLA CROCE (GREVE IN CHIANTI-FIGLINE INCISA) – Prosegue fra divertimento, memoria, territorio, l’Estate al Poggio alla Croce, che vede al centro di tutte le iniziative il dinamico SMS Poggio alla Croce.

    Ieri ad esempio, domenica 17 luglio, è stata organizzata insieme Comune di Greve in Chianti una camminata fra presente e passato.

    Che percorrendo il “Sentiero della Memoria” è arrivata fino al casolare Cavicchi, a Pian d’Albero, Badia Monte Scalari.

    Proprio qui, dove nel luglio del 1944 39 persone diedero la vita per la Liberazione.

    Una giornata stupenda per una sana camminata al verde, ricordando un passato da non dimenticare mai, che ha visto la partecipazione di una quarantina di persone .

    La partenza era dalla piazza del Giaggiolo, a Poggio alla Croce. L’arrivo, come detto, al Casolare Cavicchi.

    Particolarmente affascinanti i passaggi in mezzo alle grandi felci.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...